rotate-mobile
Dilettanti

Serie D - Il Fiorenzuola punta in alto. Baldrighi: «L'obiettivo è migliorarsi, vogliamo la zona alta dei playoff»

Domenica al Comunale arriva il neopromosso Breno. La squadra è stata rinnovata e in panchina c'è mister Tabbiani. Il team manager Baldrighi: «Dopo un quarto e un quinto posto cercheremo di fare qualcosa in più. La favorita? Dico Mantova e poi c'è il Crema»

Se sorprendere è difficile e ripetersi lo ancora di più, il Fiorenzuola a questo punto è chiamato a una stagione super impegnativa sotto tutti i profili. I rossoneri di Dionisi - oggi in B al Venezia - due anni fa fecero un campionato davvero eccezionale concluso con una sconfitta ai playoff a Forlì, l’anno scorso la squadra guidata da Brando si ripetè e a conti fatti in finale playoff doveva andarci lei e non il Modena che passò per il rotto della cuffia tra molte proteste e decisioni arbitrali piuttosto cervellotiche. Il filo rosso che unisce le due stagione è la partenza verso altri lidi dei rispettivi tecnici, per questa stagione il ds Di Battista ha scelto Luca Tabbiani e c’è attesa nel vedere all’opera il tecnico scelto.
Domenica finalmente suona la campanella, al comunale Pavesi arriva il Breno (qui il programma) e i rossoneri si presentano al gran completo davanti ai propri tifosi, giusto poche ora fa è stata completata la rosa con l’ingaggio dell’esterno offensivo Marco Tognoni (dal Savona). L’altra linea che unisce le ultime stagioni del Fiorenzuola è la presenza in panchina di Luca Baldrighi, da qualche tempo Team Manager ma in realtà una delle anime del Fiorenzuola da anni, non solo a livello sportivo ma anche economico con la sua Nuova Caser. Con lui - anche perché pare sia di buon auspicio e la cabala nel calcio ha sempre il suo perché - facciamo le carte alla stagione che sta per iniziare.

Luca Baldrighi, innanzitutto con che obiettivi partite?
«Sicuramente non sarà facile ripetere le ultime due annate perché già fare un paio di campionati del genere è complicato, ripetersi per la terza volta diventa a questo punto molto difficile. Chiaramente l’obiettivo è quello di migliorarsi, sempre, arriviamo da un quarto e da un quinto posto dunque cercheremo di lottare per un posizionamento simile o migliore nella griglia playoff».

Facciamo subito le carte al campionato?
«E’ un girone difficile ma semplice dal punto di vista logistico, con trasferte abbordabili. Il tasso tecnico è importante. La mia favorita è chiaramente il Mantova, poi ci sono Crema e Sporting Franciacorta. Dietro c’è un gruppo formato dalla bresciane, dalla Correggese e ci metto anche il Carpaneto».

E il Fiorenzuola?
«Ovviamente siamo nel gruppo e la speranza è quella di inserirsi nella corsa alle zone importanti dei playoff».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D - Il Fiorenzuola punta in alto. Baldrighi: «L'obiettivo è migliorarsi, vogliamo la zona alta dei playoff»

SportPiacenza è in caricamento