Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Il Carpaneto impegnato sul campo del Mezzolara per uscire dal momento negativo

Domenica alle 14,30 a Budrio i biancazzurri piacentini proveranno a invertire il trend negativo (tre sconfitte consecutive). La guida al match

Matteo Abbate, vice di Rossini sulla panchina del Carpaneto

Reagire e chiudere con il sorriso un trittico fin qui amaro, tornando a far punti. Domenica alle 14,30 la Vigor Carpaneto sarà di scena a Budrio (Bologna) contro il Mezzolara nella settima giornata di ritorno del girone D di serie D. I biancazzurri di Stefano Rossini sono reduci dal recupero amaro di mercoledì al “San Lazzaro” contro il Lentigione (2-3), mentre domenica scorsa avevano ceduto 4-1 sul campo della Pergolettese. Contando anche il match precedente di Adro (1-0), i piacentini arrivano da tre sconfitte consecutive, una piccola macchia in un campionato fin qui decisamente positivo. Tanta voglia di riscatto, dunque, per la Vigor, che affronterà la terza partita in otto giorni.

A fare il punto della situazione è Matteo Abbate, ex difensore di serie A e vice di Stefano Rossini al Carpaneto.  “E’ il primo vero periodo di difficoltà a livello di risultati – spiega Abbate – e dovremo essere bravi a ritrovare quella continuità che ci ha contraddistinto. Dobbiamo ricordarci che siamo una squadra che sa come vincere le partita e che ha grandi qualità, poi ci può stare un periodo no: l’importante è non perdere la bussola. Cosa ci è mancato recentemente? Credo più che altro sia un discorso di atteggiamento mentale, un po’ di voglia di stupire e far parlare di noi come accaduto in precedenza; credo che per uscirne dobbiamo ritrovare questo aspetto”.

Quindi torna sul recupero amaro contro il Lentigione. “Credo che se noi fossimo stati davvero noi stessi avremmo vinto quella partita e la sconfitta è figlia di un atteggiamento diverso. Abbiamo pagato un po’ a livello mentale il ko contro la Pergolettese e credo questo abbia influito un po’ sul primo tempo. Devo però fare i complimenti ai ragazzi per la capacità di ribaltare la partita a inizio ripresa, da grande squadra: dobbiamo ripartire di lì, abbiamo le forze per fare un bel finale di stagione, se lo meritano tutti”.

Ora sotto con il Mezzolara. “E’ un avversario fastidioso soprattutto in casa, non dà punti di riferimento, infatti ha cambiato tre moduli nelle ultime tre partite. Ha qualità, soprattutto davanti, e ci aspetta una partita complicata, sulla falsariga di quella con il Lentigione. Dovremo avere voglia e determinazione di conquistare punti pesanti e se riuscissimo almeno a pareggiare il loro spirito, potrebbe emergere la nostra qualità”.

Sul versante-influenza, ancora out il portiere Terzi, mentre resta in dubbio il centrocampista Mauri, assente mercoledì. Tris di assenze pesanti, invece, causa squalifica: per limite di ammonizioni raggiunto domenica scorsa non ci sarà il giovane attaccante esterno Nicolò Corioni (1999), mentre saranno assenti dopo il cartellino rosso di mercoledì il capitano e centrale difensivo Marco Fogliazza (una giornata) e il centrocampista centrale Dario Mastrototaro, squalificato per due turni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento