menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D - Fiorenzuola in casa dello Sporting Trestina per blindare playoff e terzo posto

A tre turni dal termine del campionato i rossoneri possono gestire 5 punti di vantaggio sull'ultimo posto che assegna i playoff (il quinto) e 2 punti sulla quarta in classifica. Dionisi: «I ragazzi stanno dando tutto in questo momento»

Fa tappa a Trestina, in Umbria, il cammino di avvicinamento del Fiorenzuola ai play off. Domenica 22 aprile (ore 15) i rossoneri sfideranno lo Sporting, a sua volta alla caccia di punti per provare a evitare i play out. Nonostante lo scialbo 0-0 casalingo con il Mezzolara, grazie al contemporaneo pareggio del Forlì, l’undici di Dionisi ha mantenuto il terzo posto in graduatoria. A tre turni dalla chiusura della stagione regolare il Fiorenzuola può gestire due punti di vantaggio sulla terza in classifica e cinque sul Villabiagio, la quinta in graduatoria. Salvo clamorosi colpi di scena, i play off non dovrebbero sfuggire ai rossoneri, ai quali però viene spontaneo chiedere qualcosa in più rispetto a quanto mostrato in occasione della sfida con il Mezzolara. D’altro canto va detto che, in questo momento della stagione, il risultato viene prima di ogni altra cosa e, nonostante l’esibizione tutt’altro che esaltante, Guglieri e compagni sono riusciti ad avvicinarsi ulteriormente a un obiettivo, quello dei play off, certamente prodigioso in relazione ai programmi societari di inizio stagione.

“Sono convinto che questi ragazzi stiano davvero dando tutto quanto nelle loro possibilità – spiega il tecnico del Fiorenzuola Alessio Dionisi – però è altrettanto evidente che le squadre impegnate nella corsa per evitare la retrocessione possano avere qualche motivazione in più rispetto al Fiorenzuola. Molti ragazzi del nostro gruppo arrivano dai settori giovanili e l’impatto con la serie D non rappresenta certo una passeggiata: in questo frangente della stagione bisogna essere forti anche sotto il profilo caratteriale. La partita con lo Sporting Trestina sarà, in questo senso, durissima: i nostri avversari hanno forse l’ultima speranza per provare a evitare i play out e se la giocheranno fino in fondo. La tensione potrebbe farla da padrona e quindi non basteranno la tecnica e l’organizzazione di gioco. Però dobbiamo vivere queste ultime tre partite come tre esperienze formative, utili a tutti per il futuro”.

Mazzotti è l’unico indisponibile per mister Dionisi, che in partenza potrebbe affidarsi a Vagge tra i pali, Contini (o Nava), Benedetti, Bruzzone e Guglieri in difesa, Cosi, Collodel e Bouhali in mediana, con Lo Bello (o Perrotti), Bosio e Bigotto in prima linea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento