Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Esame tosto per il Carpaneto che riceve la corazzata Imolese

Domenica alle 15 la squadra di Alberto Mantelli – reduce dal brillante 3-0 contro il Mezzolara - insegue la prima vittoria interna ma dovrà fare i conti con i rossoblù affamati di riscatto

Nell'immagine Maurizio Hobby Foto, il giovane difensore della Vigor Carpaneto Aslem Zito

Voglia di dar continuità al brillante cammino e caccia alla prima vittoria interna da un lato, fame di punti e di riscatto dall’altra. Non mancheranno gli stimoli in Vigor Carpaneto 1922-Imolese 1919, match della quarta giornata d’andata di serie D girone D in programma domani (domenica) alle 15 a Carpaneto. I biancazzurri di Alberto Mantelli, al terzo posto con 6 punti, arrivano dal rotondo 3-0 a domicilio del Mezzolara, mentre la corazzata rossoblù insegue a quota 3 dopo aver perso lo scontro diretto contro il Lentigione.

LA VIGOR SALUTA CIGOGNINI – Nel frattempo, il Carpaneto saluta il giovane difensore Andrea Cigognini (classe 1998), che passa al Codogno (Promozione), sua cittadina natale. Il movimento in uscita si somma a quello già annunciato in entrata del giovane terzino sinistro Federico Riceputi (classe 1997), prelevato dalla Pergolettese (serie D).

LA VIGILIA BIANCAZZURRA – In casa Vigor, a parlare alla vigilia è il tecnico Alberto Mantelli. I suoi ragazzi arrivano dal rotondo 3-0 di mercoledì a Budrio (Bologna) a domicilio del Mezzolara, mentre ora il trittico tutto regionale (tre partite in otto giorni) – iniziato il sabato precedente con il match interno perso 2-1 contro il Lentigione – si concluderà ospitando l’Imolese.

“Affrontiamo – spiega Mantelli – una squadra candidata alla promozione in Lega Pro e i loro tre punti non vogliono dire nulla: contro il Lentigione meritavano molto di più e hanno giocatori di qualità come Gavoci, Ferretti e tanti altri. Noi dobbiamo fare la nostra partita e cercare di raccogliere più punti possibili. Conosco bene mister Gadda, con cui ho giocato insieme in C1 e dopo la promozione, in B al Cesena: le sue squadre giocano bene e creano molte occasioni”. Quindi spende due parole sul nuovo arrivato in casa Vigor, il terzino Federico Riceputi. “In quel ruolo a sinistra eravamo scoperti a livello di under e sono molto contento che la società sia intervenuta; accogliamo volentieri il ragazzo”. Infine, il consueto quadro-infermeria. “Non ci sarà ancora Raggi (distorsione alla caviglia nel pre-campionato), mentre dobbiamo valutare le condizioni di Sylla (capocannoniere del girone D con 6 reti, ndc), con il problema al polpaccio che lo aveva messo fuori causa contro il Lentigione che si è fatto risentire dopo la partita di mercoledì”. Un’altra variabile da considerare è il trittico ravvicinato, che incide sulle energie a disposizione dei calciatori. “Tre partite in una settimana – conclude Mantelli – sono impegnative, a maggior ragione per chi – come per esempio Luca Franchi – non è ancora al meglio della condizione, quindi dovremo valutare bene anche questo aspetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento