menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D - Carpaneto a caccia del "punto salvezza" sul campo del Tuttocuoio

Domenica alle 15 a Ponte A Egola la squadra di Rossini vuole finalmente festeggiare la permanenza in quarta serie, ma incontra una squadra con lo stesso obiettivo.

Un obiettivo che è sfumato (temporaneamente) domenica scorsa, complice una rimonta tardiva, e che ora andrà messo in cassaforte per evitare il pathos degli ultimi novanta minuti. In casa Vigor Carpaneto 1922 si cerca la sospirata e definitiva salvezza in serie D (girone D) nel match in programma domenica alle 15 a Ponte a Egola a domicilio della formazione toscana del Tuttocuoio. Si tratta del penultimo turno di un campionato estremamente equilibrato, dove la Vigor vuole definitivamente eliminare la possibilità (a dire il vero molto remota ma ancora matematicamente possibile) di essere risucchiata in extremis in zona play out. Un punto chiuderebbe il capitolo senza guardare gli altri campi, con la squadra biancazzurra concentrata per provare a conquistare il bottino pieno, pur sapendo che quest’ultimo è ambito, a maggior ragione, dai padroni di casa, ancora più attardati in classifica e in piena lotta play out.

In casa Vigor, a fare il punto della situazione è il tecnico Stefano Rossini, con l’analisi che parte dal 2-3 di domenica scorsa al “San Lazzaro” contro la Sangiovannese, con il Carpaneto sotto 3-0 prima di tentare la disperata rimonta (sbagliando anche un rigore sull’1-0) ma senza trovare l’aggancio.

“E’ stata – spiega Rossini – una partita strana, dove abbiamo reagito nel secondo tempo, ma come sempre dobbiamo prendere gli schiaffi prima di rispondere. E’ stato singolare come la rimonta sia arrivata con un modulo (4-4-2) che abbiamo provato poco, ma in generale questo match conferma ancora una volta come senza atteggiamento giusto, come accaduto nel primo tempo, non esce il discorso tecnico-tattico. Abbiamo regalato i primi quarantacinque minuti contro un avversario molto determinato per entrare nei play off”.

Ora serve un punto per la salvezza.

“Sì, ma credo sia riduttivo in generale dover dipendere dagli altri. La situazione più bella è che dipenda da noi stessi e cerchiamo di fare la prestazione. Fin qui il calendario non ci ha aiutato, proponendoci in queste ultime giornate squadre spesso costrette a vincere per i loro obiettivi. Noi dobbiamo stare sul pezzo, attendendoci un Tuttocuoio con il coltello tra i denti e che può contare su una fase di non possesso molto organizzata, anche se probabilmente qualcosa dovrà concedere per puntare ai tre punti.  Sarà una battaglia, dovremo fare a meno di capitan Fogliazza squalificato in un reparto, quello dei centrali difensivi, spesso falcidiato da assenze, ma come sempre troveremo qualche soluzione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento