menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D - Arriva il nuovo protocollo. Tamponi a 72 e 48 ore prima della gara. Stop solo se ci sono tre positivi

La ripresa del campionato di Serie D è stata spostata dal 6 al 13 dicembre

E’ arrivato nel pomeriggio il protocollo che la Serie D aspettava da settimana e che cambia e linee guida fin qui adottate. La ripresa del campionato è stata spostata dal 6 al 13 dicembre e la novità, rispetto a prima, è che «La gara sarà regolarmente disputata con tutti i calciatori risultati negativi al test effettuato, salvo che il numero di quelli risultati positivi al test, sia superiore a 3». Testa che saranno effettuati tre le 72 e le 48 ore precedenti alla gara.

Ecco il testo completo

1. Ogni società deve trasmettere a mezzo PEC (interregionale@pec.it), entro e non oltre il 9/12/2020, l’elenco del gruppo squadra, sottoscritto dal Presidente utilizzando il modulo predisposto dal Dipartimento Interregionale ed allegato alla presente Circolare, con tutte le generalità di ciascun componente specificando se si tratta di calciatore – in questo caso indicando i portieri e gli under – di componente dello staff tecnico e di dirigente tutti regolarmente tesserati, che non potrà essere superiore a 40 unità complessive. Tale elenco può essere modificato durante il corso del campionato sempre a mezzo PEC.

2. Nell’eventualità in cui uno o più calciatori della squadra risulti/risultino positivo/i al virus SARS- CoV-2 a seguito dei test eseguiti entro le 72/48 ore antecedenti la gara, la società ha l’obbligo di porre in quarantena, nel rispetto e secondo le modalità di quanto previsto dall’Aggiornamento del Protocollo del 2/12/2020, il/i soggetto/i e lo stesso/i non potranno essere schierati in campo.

3. In tale ipotesi la società dovrà comunicare al Dipartimento, sempre a mezzo mail m.deangelis@figc.it, il/i soggetto/i risultato/i positivo/i (calciatori, staff, dirigenti) che dovranno essere posti in isolamento/quarantena, come previsto dal Protocollo.

4. La gara sarà regolarmente disputata con tutti i calciatori risultati negativi al test effettuato, salvo che il numero di quelli risultati positivi al test, sia superiore a 3 (tre).

5. Nell’ipotesi in cui, invece, su n. 3 calciatori risultati positivi ci siano più di n. 1 portiere o siano tutti e 3 “under” e cioè calciatori nati negli anni 1999, 2000, 2001, 2002 e successivi, la società dovrà comunicare tale circostanza al Dipartimento, sempre a mezzo mail m.deangelis@figc.it entro e non oltre le 24 ore precedenti, che espletate le opportune verifiche provvederà al rinvio della gara.

6. Qualora a seguito del ripetersi di positività, dopo due sessioni di test consecutive ed il relativo periodo di quarantena previsto per i calciatori interessati, il numero degli stessi contenuto nell’elenco depositato superi il numero di 5 (cinque), la società potrà procedere alla richiesta di rinvio della gara immediatamente successiva. Non saranno considerati nel computo del numero di calciatori superiori a n. 3, ai fini della richiesta di rinvio, i casi positivi che riguardano quelli inseriti nell’elenco comunicato al Dipartimento da meno di 10 giorni.

7. Prima di ogni gara, il responsabile sanitario/medico sociale/dirigente accompagnatore di ogni squadra dovrà consegnare all’omologo della squadra avversaria l’attestazione, redatta secondo il modulo allegato del rispetto da parte di tutto il proprio “gruppo squadra” delle prescrizioni sanitarie relative agli accertamenti Codiv-19 previsti dai protocolli e successivi aggiornamenti otre che dalle norme di legge in vigore.

8. Per tutti gli adempimenti e disposizioni da osservare, si rimanda al testo dell’aggiornamento del Protocollo pubblicato dalla F.I.G.C. in data 02/12/2020 che le società dovranno rispettare, salvo ulteriori e diversi provvedimenti che dovessero rendersi necessari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento