rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Dilettanti

Rottofreno in lutto per la scomparsa di Massimo Speroni. Domenica minuto di silenzio contro il Soragna

La società piacentina piange la scomparsa, a soli 48 anni, dello storico guardalinee. «Non si poteva non volergli bene, era una gran persona».

Giovedì è stato un giorno di quelli bruttissimi in casa Rottofreno. Il club piacentino di Prima Categoria è sconvolto dalla scomparsa di Massimo Speroni, 48 anni, dirigente della società, accompagnatore ma, soprattutto, era lo storico guardalinee da una quindicina d’anni.
«Non si poteva non volergli bene - ci dicono dalla società - addirittura nell’ultimo periodo era lui a tirar su di morale noi e non viceversa».

Speroni ci ha lasciato dopo aver combattuto con una malattia, si è spento nello stesso giorno in cui è venuto a mancare il padre di due fratelli, uno che gioca nella prima squadra del Rottofreno e l’altro nella juniores.
Il Rottofreno ha quindi chiesto e ottenuto dalla Federcalcio regionale di poter osservare un minuto di silenzio nella gara interna di domenica contro il Soragna per ricordarli entrambi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rottofreno in lutto per la scomparsa di Massimo Speroni. Domenica minuto di silenzio contro il Soragna

SportPiacenza è in caricamento