Giovedì, 18 Luglio 2024
Dilettanti

Pugni a un avversario e all'arbitro: tre anni di squalifica a un giocatore dell'Alsenese Under 19

Lunghi stop anche per un dirigente dell'Alsenese e per due Under 17 di Gossolengo Pittolo e Podenzano, fermati per quattro mesi

I campionati sono finiti, ma è comunque un momento di grande lavoro per il Giudice sportivo di Piacenza. Fra il Torneo Croce Bianca Under 19 e la Coppa Provinciale Under 17 arrivano infatti quattro pesantissime squalifiche, tre delle quali hanno come protagonisti dei giocatori.

Iniziamo dal Torneo Croce Bianca Under 19, con l’Alsenese protagonista in negativo. Il dirigente Jonathan Ghilardelli è inibito dallo svolgere ogni attività per quattro mesi, fino al 30 giugno 2023, perché, recita il comunicato, “Al 41' del secondo tempo il direttore di gara espelleva il signor Ghirardelli Jonathan, dirigente accompagnatore ufficiale della società Alsenese, il quale, entrando sul terreno di gioco, in maniera plateale e a gran voce insultava ripetutamente l'arbitro con epiteti scurrili ed offensivi. Prima di lasciare il terreno di gioco, con tono intimidatorio minacciava l'arbitro di provocargli male fisico al di fuori dell'impianto sportivo”.

Ma lo stop più lungo riguarda il giocatore Lara Mateo Milton Jordan, squalificato per tre anni, fino al 30 giugno 2026. Questa la motivazione: “Il Giudice Sportivo, letti gli atti ufficiali, rileva che, al 43' del secondo tempo, il calciatore Lara Mateo Milton Jordan della società Alsenese colpiva un avversario con un pugno molto forte al fianco, facendolo cadere a terra dolorante; dopo il provvedimento di espulsione, il calciatore Lara Mateo Milton Jordan colpiva improvvisamente con un pugno al torace l'arbitro, facendolo indietreggiare e causandogli dolore. Per quanto attiene il pugno dichiarato "molto forte" ad un avversario, trova applicazione l'art. 38 del CGS, che prevede la sanzione minima della squalifica per tre giornate. Per quanto attiene il pugno all'arbitro, troverà applicazione l'art. 35 del CGS che, nella sua nuova formulazione, attualmente in vigore, punisce con la sanzione minima di un anno di squalifica e, per lo sputo, di due anni di squalifica. Rileva il Giudice Sportivo che, pur in assenza di un referto medico rilasciato da una struttura sanitaria pubblica, la violenza consistente nel colpire il Direttore di gara con un pugno al torace non possa essere paragonabile allo sputo e, per l'effetto, ritiene che il calciatore Lara Mateo Milton Jordan vada punito con una squalifica di tre anni, cui debbono aggiungersi 30 giorni di ulteriore squalifica per la violenza perpetrata nei confronti del calciatore avversario”.

Purtroppo protagonisti in negativo anche due calciatori minorenni, e di cui dunque omettiamo i nomi, impegnati nella Coppa Under 17 provinciale. Un giocatore del Gossolengo Pittolo e uno del Podenzano sono stati fermati quattro mesi, fino al 30 settembre 2023, anche se il lungo stop risente anche della sosta estiva. Entrambi si sono resi autori di “comportamento violento nei confronti di un calciatore avversario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugni a un avversario e all'arbitro: tre anni di squalifica a un giocatore dell'Alsenese Under 19
SportPiacenza è in caricamento