Questo sito contribuisce all'audience di

Nuova Spes: «Il sogno è diventato realtà». Video

«Il sogno può diventare realtà»: così recitava uno dei coloratissimi striscioni del Puppo, uno dei campi comunali sparsi per la città che per un pomeriggio si è trasformato in un’arena di ben altra categoria. Il...

Festa sugli spalti del Puppo, la Nuova Spes è in Prima Categoria




«Il sogno può diventare realtà»: così recitava uno dei coloratissimi striscioni del Puppo, uno dei campi comunali sparsi per la città che per un pomeriggio si è trasformato in un’arena di ben altra categoria. Il profumo di impresa era nell’aria frizzante di inizio primavera: bastava trascorrere qualche istante sulle tribune per capire che quelli di domenica 12 aprile sarebbero stati i novanta minuti più lieti della lunghissima cavalcata della Nuovaspes, capolista fin dalla prima giornata di campionato. «Siamo tutti prontissimi, ora speriamo bene»: poche le parole del presidente Russo che, prima della partita, si aggirava sorridente tra il folto pubblico, quasi a voler sbeffeggiare la superstizione. Una superstizione che si è librata lontana dal Puppo fin dalle prime battute, spinta via dai cori e dalle coreografie organizzate dai tanti tifosi accorsi per dare l’ultima decisiva spinta alla squadra che, certo, non ha tradito le attese.

UN LIETO FINE – Già alla lettura della distinta la tribuna del Puppo si accende, il gialloblu fa da cornice ad una Nuovaspes che parte in campo con il piglio giusto, con l’obiettivo Prima Categoria ben impresso nella mente e movimenti tanto oliati che fanno quasi dimenticare di essere su un campo di Seconda. E’ Filippo Bongiorni il mattatore dei primi minuti di gara: le sue accelerazioni sulla destra mandano nel pallone Mitrov B. che è costretto più volte ad inseguire sulla fascia la freccia gialloblu. Il cronometro gira ma il pallino del gioco è sempre ben saldo nelle mani della Nuovaspes: per il Bobbio ci prova Jordanov ma la sua percussione termina con un nulla di fatto.
Il pubblico si scalda e i padroni di casa sulle ali dell’entusiasmo passano in vantaggio: dopo una discesa di Caravaggi è Cavanna a superare Barbato che non può davvero nulla sulla conclusione angolata dell’attaccante. L’urlo del pubblico è solo l’incipit di un tifo indiavolato che non abbandona nemmeno per un istante i ragazzi di Sassi, nemmeno quando il Bobbio sfiora il pari. Ci pensa però Ironi con un grande riflesso a disinnescare la conclusione ravvicinata di Patrini.
Nonostante la folata del 10 biancorosso è sempre la Nuovaspes a controllare la gara gestendo bene il pallone e premendo sugli esterni. Il raddoppio è solo questione di minuti ed arriva quando mancano pochi giri di orologio al duplice fischio dell’arbitro. Filippo Bongiorni pesca Boccuni che spedisce in fondo al sacco. 2-0 quando mancano 45 minuti al termine della partita.
La seconda frazione di gara si apre sulla stessa falsariga del primo tempo: nonostante il rassicurante vantaggio la Nuovaspes vuole lasciare il Puppo con la certezza di aver soddisfatto appieno i 300 spettatori presenti sugli spalti. I gialloblu si portano in avanti con il solito Bongiorni e con Brigati. A metà secondo tempo arriva l’episodio che chiude i conti: Labati fa fallo e rimedia il giallo. Si discute a metà campo e l’arbitro estrae anche il secondo cartellino: il Bobbio 2012 resta in dieci uomini.
Passa soltanto un minuto ed è Bongiorni, questa volta Ruggero ad entrare tra i protagonisti della partita. Punizione dalla sinistra e pallone che finisce dritto nel sette: è il 3-0 per la Nuovaspes che autorizza i tifosi a parlare di promozione, ogni scaramanzia scompare mentre i cartonati che addobbano le ringhiere diventano aeroplanini improvvisati che piovono in campo lanciati dai tanti ragazzi e bambini dei settori giovanili. Il triplice fischio quasi non si sente: la Nuovaspes è promossa in Prima Categoria.

UN GRANDE GRUPPO – Mister Marcello Sassi si aggira per il campo ricevendo complimenti e strette di mano mentre dietro di lui si stappano le prime bottiglie di spumante. «Questo risultato è merito del gruppo: sembra una frase scontata ma non è per niente così. Non si vince con i singoli o soltanto investendo soldi ma creando un gruppo che lavora insieme. Anche il presidente è sempre stao presente dandoci la carica giusta dall’inizio alla fine». Sassi è all’esordio in prima squadra ma al primo colpo ha fatto centro. «Arrivo dal settore giovanile ma ancora adesso seguo le squadre Pulcini e Allievi partecipando a tutte le riunioni». La Nuovaspes può vantare la miglior difesa del torneo e un attacco che macina gol ma il mister tiene fortemente a sottolineare come «questa non sia soltanto una vittoria di una squadra ma dell’intero gruppo Nuovaspes, una grande famiglia».

PAROLA AI PROTAGONISTI – Vedendo Tommaso Ironi si pensa subito a quei portieri di lungo corso che sanno sempre come gestire anche le situazioni più difficili, uno di quei giocatori che in un gruppo giovane come quello della Nuovaspes – 23 anni l’età media – sa fare da collante tra esperienza e gioventù. «Non pensavamo proprio di poter raggiungere la promozione diretta ad inizio stagione – racconta Ironi – Puntavamo ai playoff ma tutto questo proprio non era prevedibile. Abbiamo disputato un ottimo girone di andata difendendoci poi in quello di ritorno dal Vigolzone, una delle favorite».
Gli fa eco Filippo Bongiorni, cannoniere della squadra con 14 reti messe a segno, secondo soltanto a Paolo Cavanna, bomber della Nuovaspes con 18 gol all’attivo. «Siamo un gruppo giovane ma abbiamo lavorato con grande serietà sin da agosto. Grande merito va senza dubbio al mister ma non dimentichiamo – spiega un raggiante Bongiorni – le cene organizzate dal presidente il venerdì sera che ci hanno aiutato tantissimo a fare gruppo».
Servizio Nicolò Premoli

NUOVASPES-BOBBIO 2012 3-0
(primo tempo 2-0)

NUOVASPES: Ironi, Caravaggi (77’ Rozza), Pennisi, Bongiorni R., Balordi, Bisi, Bongiorni F., Cantù (70' Terret), Boccuni, Brigati, Cavanna (68’ Fulcini). A disposizione: Conti, Gobbi, Byku, Albertelli. All. Sassi
BOBBIO 2012: Barbato (46’ Bazzini), Mitrov B., Mitrov R., Mazzari, Labati, Noroni, Onorini, Merli (72’ Centenari), Artevi (68’ Picchio), Patrini, Jordanov. A disposizione: Cnetkov, Mela, Paradisi. All. Martini
RETI: 17’ Cavanna, 42’ Boccuni, 67’ Bongiorni R.
NOTE: AMMONITI: Boccuni, Brigati (NS), Merli, Centenari (B); ESPULSI: Labati (B); ANGOLI: 5-0 per la Nuovaspes.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento