rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Dilettanti

Podestà dopo la promozione del Caorso: «Abbiamo realizzato il nostro piccolo sogno»

Il presidente festeggia il salto in Seconda categoria e guarda al futuro. «Confermeremo l'ossatura del gruppo, inserendo solo alcuni innesti mirati»

Ha dovuto aspettare l'ultima giornata di campionato, ma poi il Caorso è riuscito a coronare il proprio sogno e a ottenere l'ambita promozione in Seconda Categoria. 

Festeggia la società del Presidente Luca Podestà, vincitrice del girone unico di Terza Categoria a Piacenza e autrice di una pregevole doppietta. «Questa è stata per noi un'annata foriera di grandi soddisfazioni – dichiara il numero uno del club -, dato che assieme alla vittoria in campionato, abbiamo celebrato anche quella nella Coppa Coni, il trofeo di Terza Categoria a Piacenza. In entrambi i casi sono state decisive le gare con la Fulgor Fiorenzuola, superata 2-1 a Borgonovo nella finale di Coppa e nostra avversaria nell'1-1 casalingo all'ultima giornata che ha sancito la nostra promozione in Seconda».

Caorso - Fulgor Fiorenzuola 1-1 12-05-2024. Photo By Peter Pongi

Era l'obiettivo a cui puntavate in estate?
«Sì. Dopo l'amarezza dell'anno scorso, quando ci sfuggì il salto di categoria in seguito all'eliminazione nella semifinale dei playoff, in estate avevamo costruito una squadra per disputare un campionato da protagonisti ed essere promossi, pur consapevoli della forza delle avversarie che avremmo incontrato. Ci abbiamo riprovato e ci siamo riusciti all'ultima giornata». 

Quando ha capito che sarebbe stato l'anno buono?
«Abbiamo combattuto fino alla fine. C'erano almeno tre squadre in grado di spuntarla; noi, il San Polo e la Travese. Abbiamo corsa una gara equilibrata fino all'ultima giornata, quando siamo riusciti ad imporci». 

Qual è stato il segreto di questo successo?
«L'unità di un gruppo in cui tutti hanno remato nella stessa direzione. La nostra era una squadra giovane e ben guidata da un allenatore come Giacomo Garilli». 

A chi dedica la promozione?
«Faccio un applauso a tutti noi, per avere creduto fin dall'inizio nella realizzazione del nostro piccolo sogno». 

Che ambizioni coltiva per l'anno prossimo?
«Mantenere serenamente la categoria. Se poi arriverà qualcosa di più, ne saremo felici. Di sicuro confermeremo l'ossatura del gruppo, inserendo solo alcuni innesti mirati». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Podestà dopo la promozione del Caorso: «Abbiamo realizzato il nostro piccolo sogno»

SportPiacenza è in caricamento