Questo sito contribuisce all'audience di

Fiorenzuola al secondo turno di Coppa: Guglieri e Vagge decisivi per la qualificazione

Dopo l'1-0 di Bigotto, nel secondo tempo Il capitano rossonero realizza il gol del 2-1, mentre il numero uno del Fiorenzuola para al Tommasini il rigore del possibile 2-2

Non si ferma il Fiorenzuola, che batte anche il Mezzolara e approda al secondo turno di Coppa Italia. Succede di tutto al Comunale: dopo il buon avvio ospite, la formazione guidata da Dionisi prende possesso della partita e chiude il primo tempo meritamente in vantaggio grazie al gol di Bigotto. La prima metà della ripresa è soporifera, ma quando si risveglia il Mezzolara per il Fiorenzuola sono guai: gli ospiti prima colgono un legno, poi pareggiano i conti con Saccà. I rigori sembrano inevitabili, invece il finale regala altre due emozioni; prima i rossoneri tornano avanti con l’eterno Guglieri, quindi Vagge si oppone al rigore di Tommasini e consente al Fiorenzuola di passare il turno. Dopo il successo di Carpaneto, di fronte a una squadra giovane, molto simile a quella rossonera per l’atteggiamento tattico, l’undici di Dionisi mostra progressi interessanti sia in fase difensiva, che nella costruzione della manovra. Cosi non fa rimpiangere Mazzotti quando il “cervello” dei rossoneri è costretto alla resa, Bouhali è il più lucido nelle giocate, ma anche la coppia difensiva controlla bene gli attaccanti ospiti: nel finale, quando le sostituzioni stravolgono le due squadre, il Forenzuola sbanda e il Mezzolara prova ad approfittarne, ma deve fare i conti con il solito fenomenale Vagge.

Collodel (impegnato alle Universiadi) è l’unico indisponibile per Dionisi, che in partenza punta su Vagge tra i pali, Contini, Benedetti, Varoli e Guglieri in difesa, Cosi, Mazzotti e Bouhali in mediana, con Bramante, Bosio e Bigotto a comporre il tridente d’attacco. Speculare allo schieramento rossonero il 4-3-3 del Mezzolara. Nelle battute iniziali il pressing alto degli ospiti mette in imbarazzo la retroguardia del Fiorenzuola, Tedesco ci prova con il destro, ma non inquadra la porta difesa da Vagge. Ma poi l’undici di Dionisi guadagna metri e campo e al quarto d’ora Bramante prova il sinistro dalla distanza, neutralizzato da Celeste. Dopo soli venti minuti finisce la partita di Mazzotti, toccato duro da un avversario: il regista dei rossoneri esce dal campo e viene sostituito da Nava che si sistema in mediana sul centro-destra, mentre Cosi si accentra. Poco dopo è proprio Cosi, con una splendida imbeccata per Bigotto a favorire il vantaggio rossonero: perfetto il tocco volante del numero dieci del Fiorenzuola in anticipo su Celeste. Anche il tecnico ospite Passiatore è costretto a una sostituzione prima del riposo: l’infortunato Bagnai lascia il posto a Mrsulja. All’intervallo si va con il Fiorenzuola in vantaggio, mentre l’avvio di ripresa, complice il gran caldo, fa registrare un evidente calo del ritmo. I rossonero continuano a difendersi con grande ordine e attenzione, senza però riuscire a proporsi in fase offensiva, mentre il Mezzolara non riesce a costruire occasioni dalle parti di Vagge. Intorno alla metà del tempo la partita si riaccende: gli ospiti, dopo l’uscita forzata di Varoli, uno dei due centrali rossoneri, hanno un sussulto e il Fiorenzuola vacilla pericolosamente: prima Vagge è tempestivo su Tommasini, quindi Gianotti, da due passi, coglie una clamorosa traversa, infine è Saccà, tutto solo di fronte a Vagge, a fallire la comoda conclusione. Non è finita, di lì a poco Lo Bello stende Saccà nell’area rossonera e il direttore di gara concede il rigore al Mezzolara, che lo stesso Saccà trasforma. Il Fiorenzuola non riesce a riprendersi e Contini salva una situazione estremamente pericolosa nell’area rossonera. Intorno al novantesimo Dongellini atterra Bollini e incassa il secondo giallo: sulla punizione che segue Guglieri, con il sinistro, disegna una parabola maligna che nessuno tocca e che si insacca dalla parte opposta a quella di tiro. Ma non è finita, il Mezzolara ci crede e Vagge è costretto ad atterrare Tommasini lanciato a rete: secondo rigore per gli ospiti, questa volta però il numero uno del Fiorenzuola si conferma specialista, neutralizza il destro dello stesso Tommasini e regala all’undici di Dionisi la qualificazione.


 

Fiorenzuola 2

Mezzolara 1

Fiorenzuola: Vagge 7,5, Contini 6,5, Guglieri 7, Mazzotti sv (20’ Nava 6), Varoli 6,5 (13’ st Lo Bello 5,5), Benedetti 6, Cosi 7 (26’ st Sarzi 6), Bouhali 7, Bosio 6, Bigotto 7 (16’ st Marra 6), Bramante 6 (11’ st Bollini 6,5). Panchina: D’Apolito, Spagnoli, Cestaro, Storchi. All. Dionisi 7

Mezzzolara: Celeste 6, Melli 6, Dongellini 5, Papaianni 6, Bagnai sv (35’ Mrsulja 5,5), Menarini 6, Karapici 6 (16’ st Mezzetti 6), Gianotti 6,5, Tedesco 6 (28’ st Fabbri 6,5), De Stefano 5,5 (15’ st Tommasini 6), Saccà 7 (35’ st Raspadori sv). Panchina: Zerbini, Chmangui, Tomatis, Mutti. All. Passiatore 6

Arbitro: Bonaldo di Conegliano

Note: giornata afosa, spettatori 200 circa. Terreno in ottime condizioni. Ammoniti Benedetti (F), Menarini (M), Guglieri (F). Espulso Dongellini (M), per somma di ammonizioni. Angoli 3-1.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reti: 26’ Bigotto (F), 27’ st rig. Saccà (M), 87’ Guglieri (F) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento