rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Dilettanti

La domenica "da derby" della famiglia Bongiorni. Il papà Dario: «Quella più felice è la nonna»

Sarà un pomeriggio speciale. Papà Dario Bongiorni e il figlio maggiore Riccardo, allenatore e giocatore della Pontenurese, sfideranno il piccolo di casa, Leonardo, che gioca invece nella Bobbiese. «I novanta minuti sono i novanta minuti, lì è senza pietà» dice ridendo

Sfida in famiglia a tre domenica pomeriggio per i Bongiorni a Bobbio (ore 14.30), quando si affronteranno in campo i fratelli Riccardo e Leonardo, con il papà Dario in panchina.
Ricapitolando: nei giorni scorsi il giovane Leonardo Bongiorni, classe 2002, è passato dall’Agazzanese alla Bobbiese e proprio questa domenica, nel derby di Promozione, affronterà il fratello Riccardo che gioca nella Pontenurese allenata dal papà. Insomma, c’è da giurare che sarà un sabato sera da vigilia di derby in casa Bongiorni. Chissà la mamma a questo punto.
Partiamo dalla fine con Dario Bongiorni: «Sia chiaro, non è che domenica avrò pietà perché dall’altra parte c’è mio figlio». Ovviamente si scoppia subito in una risata. “Mister, guarda che te le metto queste parole”. «Metti, metti pure» aggiunge, sempre ridendo.

Bongiorni Dario con i figli Riccardo e Leonardo

A noi però interessa particolarmente la vigilia in casa Bongiorni.
«Ah sì, senz’altro sarà in stile derby. Tanto che mio figlio Leonardo andrà in ritiro proprio a Bobbio a casa della nonna che sarà contentissima di averlo lì. Poi bisognerà vedere se la nonna andrà al campo domenica, potrebbe essere decisamente in difficoltà. Scherzi a parte - prosegue Dario Bongiorni - sono felice che il piccolo (il fratello Riccardo è un ’99) sia andato alla Bobbiese perché è una società molto seria, ambiziosa e poi io giocato con quella maglia tanti anni e ne sono anche stato il capitano. Poi è arrivata questa coincidenza perché è passato dall’Agazzanese alla Bobbiese lunedì scorso e il calendario ha voluto la partita per la domenica successiva».
Sì ok, ma la mamma? «La mamma al momento è super partes, fa finta di essere neutrale ma credo che alla fine salirà sul carro dei vincitori».

Pontenurese


Comunque bella soddisfazione da papà. «Soddisfazione senz’altro, più che altro sono molto felice che entrambi i miei figli siano nel mondo del calcio perché con quello che succede in giro, con tutte le tentazioni negative che ci sono, loro rimangono in un ambiente sano, fatto di valori, principi, regole e in particolare di sport. Questo, da padre, mi rende felice».

C’è un “ma”? «Domenica i novanta minuti sono i novanta minuti. Non c’è storia che tenga. Lì siamo avversari e non è perché dall’altra c’è mio figlio allora avrò pietà». E giù altre risate.
Uno sguardo al campionato, la Bobbiese è la più forte?

Bobbiese

«Per come è stata costruita è senza dubbio la candidata numero uno alla vittoria del campionato, tuttavia l’Alsenese ha dimostrato e sta dimostrando che con l’organizzazione e lo spirito di gruppo si può andare a Bobbio per provare a fare risultato. Per quanto ci riguarda, invece, è un peccato perché stiamo giocando questa prima parte di campionato senza la rosa al completo. Non abbiamo a disposizione un centravanti come Delfanti tanto per dire, Bonardi lo dovremo recuperare in extremis. Siamo soddisfatti a metà per quello che stiamo facendo, certamente con la rosa al completo potremmo fare molto di più».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La domenica "da derby" della famiglia Bongiorni. Il papà Dario: «Quella più felice è la nonna»

SportPiacenza è in caricamento