rotate-mobile
Dilettanti

Impresa Ziano: resta in dieci, pareggia con la Virtus e vola in Prima categoria. VIDEO

Il portiere Cavallaro espulso a fine primo tempo, la squadra di Stefanelli resiste, chiude 1-1 e alla fine festeggia

Un tempo di assoluta sofferenza, giocando in undici contro dieci ma difendendosi con ordine, poi in casa Ziano esplode la festa di fronte a centinaia di tifosi arrivati dalla Valtidone per seguire i 90 minuti più importanti della stagione. Quella che uno scherzo del calendario ha trasformato in una finalissima contro la Virtus si trasforma in un trionfo per gli ospiti, arrivato nel modo più travagliato e per questo ancora più bello. Finisce 1-1, il pari che serviva alla formazione di Stefanelli per tenersi alle spalle i diretti avversari sperando che il San Lazzaro (fermato 3-0 dal Gossolengo) non riuscisse a vincere. Per lo Ziano una sola stagione in purgatorio dopo la retrocessione di dodici mesi fa, con il ritorno in Prima categoria arrivato di fronte a una cornice degna di un campionato di livello superiore. Il Levoni B è impianto che si dimostra assolutamente insufficiente per contenere tifoserie e appassionati, con una tribuna minuscola rispetto alle attese degli spettatori e sostenitori presenti addirittura sugli spalti del campo principale, a un centinaio di metri di distanza.

La tensione è altissima e infatti i primi minuti sono assolutamente privi di emozioni. La Virtus sfrutta la catena di destra con Baldrighi (di gran lunga il migliore in campo in assoluto) e Arisi, ma il predominio territoriale non crea problemi a Cavallaro ben protetto da una difesa guidata con attenzione da Abdielmi. Dopo un quarto d’ora in cui il problema principale è trovare la posizione migliore per seguire la partita ecco che arriva il guizzo dello Ziano: Lucchini serve un bel pallone a Laazraoui che incrocia bene e porta avanti gli ospiti: 1-0. La Virtus accusa il colpo e barcolla, così Ourdi sfiora il raddoppio regalando la scena a un ottimo Rebecchi. Ma i padroni di casa si riprendono presto e al minuto 25 pareggiano i conti: Bellocchi trova Alfieri che mette in rete l’1-1. La partita adesso si anima, i ritmi si alzano, una conclusione di Caputo forse meritava migliore fortuna mentre un veloce contropiede della Virtus viene fermato all’ultimo da Chiapparoli. Al 41’ l’episodio che avrebbe potuto indirizzare la gara: Cavallaro esce al limite dell’area e travolge Arisi che rimane a terra. Punizione sacrosanta, ma oltre al fallo il direttore di gara decide di punire il portiere con il cartellino rosso. Stefanelli deve inserire Franzini e decide di togliere dal campo Ourdi; prima di rientrare negli spogliatoi applausi per Carini, che da ultimo difensore libera con una efficace ed elegante rovesciata apprezzatissima dal pubblico.

Il problema per lo Ziano è che c’è ancora un tempo da giocare e l’inferiorità numerica potrebbe rivelarsi pesante. Gli ospiti lasciano comunque due attaccanti, Dallavalle e Lucchini con il primo che tiene palla e qualche volta arretra anche a dare una mano ai compagni, ma la Virtus inizia ad aumentare la pressione. In realtà la prima occasione è sui piedi di Lucchini al 52’, che si libera bene e lascia partire un sinistro diretto all’incrocio; il numero 11 è pronto ad esultare ma non ha fatto i conti con il balzo di Rebecchi bravo a togliere la palla dal sette. La formazione di Zerbi prende possesso della metacampo ospite ma fatica a trovare spazi perché lo Ziano si difende con ordine. Al 73’ è Carrara a piazzare un guizzo inserendosi fra i due centrali avversari e cercando una soluzione di testa che però finisce alta. La Virtus prova a aumentare il ritmo ma sbatte contro il muro ospite; all’86’ il tiro di Bellocchi rimbalza davanti a Franzini che respinge e in pieno recupero è Boccedi che da buona posizione non trova la coordinazione giusta per calciare in porta. Poi è festa Ziano, con un’ottima Virtus che proverà a cercare fortuna attraverso i playoff.

VIRTUS-ZIANO 1-1

VIRTUS: Rebecchi, Baldrighi, Bellotti (76' Boccedi), Signaroldi (76' Deidda), Carini (86' Esseghir), Grazioli, Messeri (66' Gervanotti), Bellocchi, Carrara, Arisi, Alfieri. A disposizione: Masiello, Mini, Forlini, Hirate, Ricifari. All. Zerbi

ZIANO: Cavallaro, Casciello, Chinelli, Scotti (66' Fracchioni), Chiapparoli, Abdielmi, Ourdi (41' Franzini), Laazraoui, Dallavalle, Caputo (85' Galvagni), Lucchini (81' Travini). A disposizione: Gabba, Cremona, Laurino, Tramelli, Bosi. All. Stefanelli

ARBITRO: Provenzani di Piacenza

RETI: 17' Laazraoui (Z), 25' Alfieri (V)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impresa Ziano: resta in dieci, pareggia con la Virtus e vola in Prima categoria. VIDEO

SportPiacenza è in caricamento