Questo sito contribuisce all'audience di

Il calcio piacentino piange la scomparsa di Umberto Tosi

Classe 1969, ha iniziato con la Folgore per poi giocare con Vigolzone e con il Vigolo dei miracoli. Da tecnico è stato vice di Gottardo nella rappresentativa regionale Juniores. Pelò: «Una persona molto buona»

Il mondo del calcio dilettantistico piange Umberto Tosi, scomparso improvvisamente nella serata di venerdì. Classe 1969, Tosi aveva iniziato a giocare nella Folgore svolgendo tutta la trafila nel settore giovanile sotto la guida dei tecnici Carlo Rancati e Carlo Roda, fino ad esordire in prima squadra non ancora maggiorenne. Centrocampista che faceva della corsa e della grinta la sua qualità migliore, passa poi al Vigolzone guidato da Devoti, in quelli che sono gli anni d’oro della società valnurese capace di arrivare fino in Promozione. Da qui una parentesi al Pizzighettone prima del ritorno nella nostra provincia in Eccellenza nel Vigolo di Vardelli, altra società che ha fatto la storia del calcio dilettantistico, e quindi alla Pontenurese con Gottardo in panchina. Terminata la carriera da calciatore Tosi è rimasto nel mondo del calcio come tecnico, ricoprendo anche il ruolo di vice di Natalino Gottardo alla guida della Rappresentativa regionale Juniores, con Luigi Pelò, attuale delegato provinciale della Figc, nelle vesti di dirigente responsabile.

«Ho appreso con grandissimo dispiacere - spiega proprio Pelò - la notizia della sua scomparsa; lo ricordo come una persona molto buona e come un bravissimo calciatore. Già quando ero dirigente a Caorso provai a portarlo nella mia squadra, era un ragazzo con caratteristiche uniche, ma purtroppo non se ne fece niente. E quando smise di giocare io e Natalino Gottardo pensammo subito a lui come tecnico che potesse darci una mano con la Rappresentativa regionale Juniores con cui collaborò per un paio di stagioni in cui la nostra squadra fu anche protagonista di un Torneo delle Regioni in Sicilia».

Tosi lascia la moglie Elena, conosciuta a Vigolo proprio nel periodo in cui giocava in Eccellenza, e il figlio Riccardo che ha seguito le orme del padre e attualmente milita nei Giovanissimi della Spes Borgotrebbia oltre ad essere una promessa del golf a livello nazionale.

Lunedì alle 20.30 nella chiesa di Borgotrebbia si terrà il rosario, mentre l’ultimo saluto è previsto martedì alle 11 sempre nella parrocchia dei Santi Angeli Custodi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento