Questo sito contribuisce all'audience di

Il calcio dilettanti ha la sua prima regina: bravissimo Real Chero. Il presidente Filippi: «Grande soddisfazione»

La squadra di mister Paradisi superando il San Corrado nel recupero ha centrato la vittoria in Terza Categoria B con quattro giornate di anticipo. Impressionante il percorso in campionato con 16 vittorie in altrettante gare disputate. E ora c'è la Coppa Provinciale

I ragazzi del Real Chero festeggiano la promozione in Seconda Categoria

Quarantotto punti in sedici gare, tutte vinte. Quarantadue reti segnate - quasi tre a partita - e solamente nove subite. Il calcio dilettantistico piacentino ha la sua prima regina della stagione 2017/2018 e si tratta del Real Chero di mister Paradisi che, vincendo mercoledì sera 2-0 il recupero contro il San Corrado (reti di Comini e Tirone) ha vinto anche il titolo di campione di Terza Categoria Girone B con quattro giornate di anticipo.
Un percorso netto, cristallino, per la neonata società del presidente Filippi che non ha ancora conosciuto la sconfitta in campionato e trascinata dalle reti di Tirone e Comini, ma non solo, perché una squadra che vince 16 partite consecutive è sicuramente una fuoriserie perfetta in ogni reparto.

«Sono davvero contento per questo risultato - ci spiega Filippi il giorno dopo la vittoria - onestamente non posso nascondere che avevamo costruito la squadra per vincere il campionato ma, devo anche aggiungere, che mister e ragazzi sono andati oltre alle aspettative. Fin qui è stato un percorso netto con 16 vittorie (e il Real Chero è in corsa anche per la Coppa, ndr), ora dobbiamo mettere la ciliegina sulla torta con la squadra di Prima Categoria».

E sì perché quella del Real Chero è una società umile ma molto attiva, con la bellezza di tre formazioni. «Certo - prosegue Filippi - abbiamo una squadra in C2 di Calcio a 5, il Futsal, poi abbiamo vinto la Terza con il Real e infine c’è l’altra squadra, il Chero, con cui stiamo lottando per la salvezza in Prima Categoria. Non è facile gestire tre squadre, oltre ai costi, ci vogliono grandi sforzi e ci sono dei problemi di logistica. Sul fronte campi dove giocare al momento devo dire che siamo stati poco aiutati, tuttavia a breve ho un incontro con gli amministratori del Comune di Carpaneto per cercare alcune soluzioni perché quest’anno siamo stati spesso costretti a girare in altri impianti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento