Dilettanti

"Frasi ingiuriose all'arbitro", quattro turni di stop a un Under 16 del San Giuseppe

Il Giudice sportivo regionale punisce con 300 euro i sostenitori dell'Agazzanese e con 120 euro quelli del Vigolzone

Ancora pesanti sanzioni nei campionati dilettantistici e giovanili dell’Emilia-Romagna, con il Giudice sportivo regionale che ha punito società e giocatori piacentini.

Iniziamo dalla squalifica più lunga, inflitta per quattro giornate a un giocatore Under 16 del San Giuseppe (del quale omettiamo il nome perché minorenne). La motivazione è quella purtroppo più in voga in questo avvio di stagione, “per aver rivolto frasi ingiuriose nei confronti dell’arbitro”. Il nuovo regolamento, in vigore dall’inizio del campionato, prevede infatti lo stop di almeno quattro turni se giocatori o dirigenti offendono il direttore di gara.

Doppia ammenda inflitta alle società della nostra provincia. Nel campionato di Eccellenza, all’Agazzanese sono stati comminati 300 euro di multa con la seguente motivazione: “Propri sostenitori introducevano e accendevano dei fumogeni riducendo la visibilità della gara inoltre rivolgevano espressioni offensive nei confronti dell'arbitro”. In Prima categoria, 120 euro al Vigolzone “per intemperanze dei propri sostenitori in campo avverso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Frasi ingiuriose all'arbitro", quattro turni di stop a un Under 16 del San Giuseppe
SportPiacenza è in caricamento