rotate-mobile
Dilettanti

Abete (Lnd): «Niente messaggi di fermo; prudenza, ma andiamo avanti». Ma i comitati regionali lo smentiscono

Il Commissario della Lega Nazionale Dilettanti il 2 gennaio aveva parlato chiaro. Poche ore dopo arrivano le decisioni in controtendenza dai territori

Realab Proposta2-74 (trascinato)Ancora una volta il Covid ha mandato nel caos il mondo dello sport. Dopo quasi due anni di convivenza con la pandemia i problemi di comunicazione sono praticamente gli stessi di inizio 2020. L’ultimo esempio arriva dal mondo del calcio e ancora una volta porta grande confusione fra addetti ai lavori e appassionati. Il 2 gennaio Giancarlo Abete, attuale Commissario della Lega Nazionale Dilettanti, interviene a Radio Marte e, come riportato da tuttocampo.it, dichiara: «Il messaggio che diamo in questo momento è ‘prudenza ma andiamo avanti’». E ancora: «La situazione è work in progress, va gestita con la fiducia di andare avanti, con la necessaria prudenza ma evitando di dare messaggi di fermo. Questi non sono i momenti per le decisioni eclatanti, le decisioni eclatanti vanno in prima pagina ma non risolvono i problemi».

Un messaggio chiaro, a favore della prosecuzione della stagione anche in una fase delicata come quella attuale. Poche ore dopo cosa succede? Che alcuni comitati regionali (ne seguiranno altri, questo è certo) dichiarano lo stop dei campionati. Non tutti con le stesse modalità, c’è chi lo chiama slittamento, chi rinvio, chi posticipa fino al 23 gennaio, chi al 13 febbraio. La cosa certa è una sola: dopo due anni di Covid il mondo del calcio non si muove ancora in modo univoco in un momento in cui sarebbe fondamentale avere un minimo di certezze valide per tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abete (Lnd): «Niente messaggi di fermo; prudenza, ma andiamo avanti». Ma i comitati regionali lo smentiscono

SportPiacenza è in caricamento