rotate-mobile
Dilettanti

Fuori i secondi, Virtus Piacenza-Ziano è da brividi. Valla: «Noi con la forza del gruppo». Labrini: «Gara apertissima»

Domenica alle 17.30, sul sintetico Levoni di Sant'Antonio, l'ultimo atto della Seconda Categoria A: chi vince stacca il pass per la Prima Categoria. Ziano a 52 punti, Virtus a 51, ma occhio anche al San Lazzaro che a 50 potrebbe tornare in gioco in caso di pareggio

Senza esclusione di colpi. Prometto di essere pirotecnica e scintillante la sfida di domenica pomeriggio (ore 17.30, campo Levoni sintetico) a Sant’Antonio tra la Virtus Piacenza e lo Ziano, giusto epilogo a una stagione da urlo di Seconda Categoria A che vedrà affrontarsi all’ultimo rettilineo la sfidante e ambiziosa Virtus a caccia della seconda promozione consecutiva e uno Ziano in testa alla classifica pronto a cancellare la retrocessione dell’anno scorso. Senza giri di parole: chi vince stacca il pass per la Prima Categoria, considerando che lo Ziano (52) avrà a disposizione anche il pareggio contro la Virtus (51), ma alla condizione che il San Lazzaro (50) non vinca a Gossolengo perché diversamente andrebbe a configurarsi lo spareggio Ziano-San Lazzaro. Insomma, si poteva immaginare qualcosa di più bello ed entusiasmante? Difficilmente. A tutto ciò andrà poi aggiunta un’importante cornice di pubblico.

Leggi qui la classifica di Seconda A

Virtus Piacenza - Ziano 0002-2

QUI ZIANO

«Sinceramente con il nostro ds Gallarati e mister Stefanelli avevamo questa sensazione - spiega il dg Mirco Valla - cioè che tutto si sarebbe deciso all’ultima giornata. Noi non abbiamo iniziato bene la stagione, ricordo quando avevamo due punti nelle prime quattro giornate e direi che il nostro percorso di risalita è stato eccezionale considerando anche l’obiettivo che ci eravamo dati: quello di tornare in Prima Categoria. Non è detto però che ti riesca una risalita subito al primo anno, dopodiché pian piano, nel corso del campionato, abbiamo capito che potevamo rimanere lì davanti in una Seconda A molto competitiva e credo che alla fine, questa partita contro la Virtus Piacenza, rispecchi i valori visti durante l’anno».

Virtus Piacenza - Ziano 2-0 (Finale Coppa Eilia) 16-12-2023 Photo By Peter Pongi

Valla torna poi sulla stagione complessiva della Seconda. «Il livello quest’anno è stato altissimo, se prendiamo le prime quattro di Seconda A e le mettiamo in Prima Categoria sono in grado di fare una bellissima figura, questo dà ancora più valore al percorso. Contro la Virtus Piacenza sarà una sfida bellissima, ci siamo già affrontati tre volte in stagione e ripeto, questo è il giusto epilogo».

Leggi qui il programma dell’ultimo turno di campionato

Virtus che punta sui valori dei singoli e Ziano sul collettivo? «E’ una fotografia giusta delle due squadre. Noi siamo andati avanti con la forza del gruppo, basta pensare che non abbiamo un cannoniere in doppia cifra, però la famiglia Ziano ha fatto qualcosa di straordinario e non parlo solo del gruppo squadra, intendo tutto a trecentosessanta gradi a partire dal magazziniere che non ha mai fatto mancare nulla, passando per i massaggiatori, squadra, staff e dirigenza; anche le cene del venerdì o le paste portate da chi faceva doppietta hanno contribuito all’essere qui. Ogni minimo dettaglio fa la differenza e posso dirti - conclude Valla - che il mio primo capitano a Ziano fu Giovanni Porcari classe ’66, quest’anno abbiamo fatto esordire un classe 2004: ho visto decine di gruppi in questi decenni, alcuni molto forti, ma questo ho abbastanza esperienza per definirlo eccezionale».

Virtus Piacenza - Ziano 0001-2

QUI VIRTUS PIACENZA

E dall’altra parte c’è l’ambiziosa Virtus Piacenza, obbligata a vincere la partita (è a -2) e convinta naturalmente di potercela fare. «Arrivandoci da secondi avremo alcune difficoltà in più - spiega il ds Federico Labrini - ma credo che questa partita, in generale, sia anche l’epilogo giusto per quanto visto in un campionato formato da squadre davvero di alto livello. Nei primi mesi ce l’eravamo detto a vicenda, tra noi e lo Ziano, che eravamo due formazioni forti e complete, con l’aggiunta della Pianellese che si è staccata ma rimane una squadra di prim’ordine. Ziano e Pianellese sono quelle che ci hanno impressionato più di tutte».
E ancora: «Mi aspetto una gara apertissima, divertente, ricca di occasioni e gol perché entrambe vogliono vincere il campionato e non si partirà col braccino corto. Lo Ziano credo abbia una notevole solidità nei reparti di difesa e centrocampo soprattutto, con due giocatori eccezionali come Cascello e Ourdi, noi abbiamo giocatori fortissimi in ruoli differenti, come del resto era per la Pianellese. Ripeto, mi aspetto una gara come quelle di Champions League che stiamo vedendo in queste settimane: apertissima, incerta, combattuta fin dal primo minuto e non credo che mancheranno le emozioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuori i secondi, Virtus Piacenza-Ziano è da brividi. Valla: «Noi con la forza del gruppo». Labrini: «Gara apertissima»

SportPiacenza è in caricamento