Giovedì, 5 Agosto 2021
Dilettanti

Fiorenzuola, una mostruosa macchina da gol. I rossoneri si giocano una promozione in C che manca da 20 anni

Sabato pomeriggio (ore 16) ultimo atto di un campionato pazzesco con numeri da capogiro. La squadra di Tabbiani ha diverse combinazioni per poter esultare, ma contro il Sasso Marconi andrà in campo per l'unica cosa che sa fare: vincere e chiudere la cavalcata. Le info per i tifosi

Una macchina da gol a cui manca un solo sforzo, piccolo o grande che sia dipende dalla prospettiva con cui si guarda il match di sabato. Il Fiorenzuola a 90’ dal termine del campionato è lanciatissimo sulla volata, è tutto nelle mani dei rossoneri bravissimi a rimanere in questi mesi nella scia dell’Aglianese e mettere la freccia del sorpasso proprio nel turno indicato come capace di ribaltare tutto, cioè ieri.
La classifica è chiara, Fiorenzuola 72 punti e Aglianese 70. Sabato ultimo atto, i piacentini andranno in casa di un Sasso Marconi aritmeticamente salvo mentre i toscani saranno in trasferta nella tana della Pro Livorno e il loro morale è decisamente a terra. Le combinazioni per festeggiare la Serie C sono piuttosto facili (leggi qui) ma siccome di calcoli non se ne sono mai fatti («un passo alla volta» ha sempre detto Tabbiani) vale la pena specificare un solo dato: in caso di arrivo a pari punti (pareggio Fiorenzuola e vittoria Aglianese) ci sarà lo spareggio. Soluzione che non è nemmeno presa in considerazione dalla banda di capitan Guglieri, sabato a Sasso Marconi si va per vincere e centrare la storica promozione che manca da 20 anni: l’ultimo campionato Pro del Fiorenzuola è targato 2001/2002, nella vecchia Serie C2, si chiuse con la sconfitta nei playout contro il Trento e la retrocessione in D.

Sabato, ore 16, a Sasso Marconi (Bologna) ci sarà la possibilità di rimettere piede nel mondo dei professioni e questo grazie a una stagione sì strepitosa ma che ha trovato il suo culmine nel girone di ritorno. I numeri sono mostruosi. Delle ultime 16 partite il Fiorenzuola ne ha vinte 11, pareggiate 4 e ne ha persa una sola. Stiamo parlando di 37 punti conquistati su 48 disponibili, una media monstre di 2.3 punti a partita. L’andamento migliore in casa, al Pavesi, con 8 successi su 8 incontri, in trasferta 3 vittorie. Altro dato mostruoso: nel girone di ritorno i gol segnati sono 39, una media di 2.4 a partita, quelli subiti sono solo 15. In pratica negli ultimi tre mesi giocare contro il Fiorenzuola significava partire con due reti di svantaggio, statisticamente.
L’unico neo è la sconfitta di misura in casa della rivale Aglianese, 1-0, il solo match in cui i rossoneri non sono riusciti a segnare.
E non è finita qui, perché per ben cinque volte il Fiorenzuola ha insaccato 4 reti e per tre volte ne ha segnate almeno 3. Insomma, una macchina da gol trascinata dal quel satanasso di Nicolò Bruschi che in totale ha griffato 28 gol in 33 partite.

Ecco, ora questi numeri vanno buttati via perché sabato c’è l’ultimo sforzo e per dare un senso a tutto bisogna prendersi ciò che «questi ragazzi meritano» per usare le parole di Tabbiani. Non siamo più nemmeno all’ultima curva, siamo all’ultimo colpo di pedale.

TRASFERTA A SASSO MARCONI

Scrivi una email a: segreteria@fiorenzuolacalcio.it comprendente COGNOME - NOME - DATA DI NASCITA - NUMERO DI TELEFONO. Il tutto entro domani, venerdì 18 giugno 2021, alle ore 16.00. Ricordiamo che in base all’ordine di ricezione delle richieste verrà’ stilata la lista fino al limite dei posti disponibili. Puoi anche telefonare per informazioni allo 0523.982615 agli orari di segreteria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorenzuola, una mostruosa macchina da gol. I rossoneri si giocano una promozione in C che manca da 20 anni

SportPiacenza è in caricamento