menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucio Brando

Lucio Brando

Fiorenzuola - Il nuovo tecnico è Lucio Brando: «Onorato per questa possibilità che mi viene data»

Il neo mister dei rossoneri: «Sono convinto che, dopo la grande impresa centrata nel campionato da poco concluso, ci siano i presupposti per migliorare ulteriormente». Il Ds Di Battista: «E' stata la prima scelta dopo che Dionisi ci ha comunicato l'addio»

Sarà Lucio Brando l'allenatore del Fiorenzuola nella stagione 2018-2019. Biellese classe 1971, anche a causa di alcuni problemi fisici il successore di Alessio Dionisi non ha avuto un passato di rilievo come calciatore, ma ha iniziato la carriera da allenatore esattamente venti stagioni fa.
Prima la trafila nel settore giovanile della Biellese, poi le esperienze al Varallo, alla Virtus Cusio (entrambe portate dalla Promozione all'Eccellenza), alla Virtus Verbania (dove vince l'Eccellenza), alla Feralpi Salò come vice di Beppe Scienza, alla Juve Domo di Domodossola (dove perde lo spareggio per andare in D) e, nell'ultima stagione, quella al Pont Donnaz (Eccellenza in Valle D'Aosta). Nel momento in cui è arrivato il divorzio con Alessio Dionisi, la scelta del diesse del Fiorenzuola Simone Di Battista è subito caduta sul tecnico biellese: “Lo conosco da tempo – spiega il diesse rossonero – e considero Lucio Brando sia professionalmente, che umanamente la persona più adatta a proseguire il discorso iniziato qui a Fiorenzuola con Alessio Dionisi. Mi assumo in toto la responsabilità di questa scelta, poi sarà ovviamente il campo a darmi ragione o meno. Non ho fatto casting ma, nel momento in cui Dionisi ci ha comunicato la sua scelta, ho subito pensato a Brando”.

Il nuovo allenatore del Fiorenzuola considera la società rossonera la grande occasione della carriera: “Ho fatto tanta gavetta – spiega Lucio Brando – e voglio dunque giocarmi fino in fondo questa grande opportunità. Ringrazio i dirigenti del Fiorenzuola e Simone Di Battista che mi hanno scelto, ora tocca a me”.

Che cosa sai del Fiorenzuola?

“E' una società con grandi tradizioni e con tanta voglia di crescere. Essendo amico di Di Battista e di Dionisi già nel corso dell'ultima stagione sono stato a Fiorenzuola a seguire alcuni allenamenti e alcune amichevoli. Sono convinto che, dopo la grande impresa centrata nel campionato da poco concluso, ci siano i presupposti per migliorare ulteriormente”.

Per quanto riguarda il modulo, hai qualche preferenza?

“Durante il mio percorso ho adottato diversi moduli, ultimamente mi sono spesso affidato al 4-3-3, ma in questo momento mi sembra prematuro parlare di moduli, tutto dipenderà dai giocatori che avrò a disposizione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento