menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bruschi

Bruschi

Fiorenzuola - Bruschi: «Ognuno di noi porta valori individuali e di gruppo importanti»

Il cannoniere dei rossoneri fa il punto della situazione. «Il segreto? C’è molta trasparenza tra di noi e mister Tabbiani»

Dieci partite giocate, sei vittorie e la capolista distante soltanto tre lunghezze. Inutile dire che il momento attraversato dal Fiorenzuola è decisamente positivo così come il momento di forma dell’esterno Nicolò Bruschi, top scorer della squadra con otto reti finora messe a referto. L’esterno rossonero è andato a segno anche nell’ultima sfida contro la Correggese: per lui è arrivata una doppietta.
«Vedo un gruppo con giovani e giocatori più esperti molto validi - spiega Bruschi - C’è molta trasparenza tra di noi ed il mister quasi un nostro compagno di squadra: ognuno di noi porta valori individuali e di gruppo importanti».

L’esterno rossonero si sta calando con grande abnegazione nell’impianto di gioco di mister Tabbiani che richiede un grande lavoro sulle corsie esterne dove nell’ultima uscita ha brillato anche il nuovo arrivato Michelotto. «Sto bene fisicamente e sono contento della mia forma: posso ancora migliorare ma rispetto agli altri anni sento di essere cresciuto a livello mentale - prosegue Bruschi - Mi sento più sul pezzo, sono sensazioni che arrivano con l’esperienza».

Per Bruschi a fare la differenza nel campionato del Fiorenzuola finora è stato l’approccio della squadra. «Al di là della mia tripletta, quella con l’Aglianese credo sia stata finora la partita migliore a livello di sensazioni: tutti eravamo concentrati e con un atteggiamento propositivo. Quando i nostri avversari hanno cambiato modulo abbiamo capito subito come adeguarci. Anche nell’ultima partita (con la Correggese, NdR) dopo il gol subito siamo andati subito a pressarli alti e abbiamo segnato dopo un paio di minuti».

Dopo undici giornate - seppure alcune squadre debbano recuperare alcune gare, il Fiorenzuola giocherà mercoledì 20 il recupero della gara con il Forlì - le prime sei del girone D sono racchiuse in cinque punti. «Possiamo migliorare il nostro approccio nei confronti di squadre meno attrezzate quando magari sbagliamo atteggiamento e facciamo qualche errore in più - conclude il giocatore rossonero - In un campionato come questo dove c’è molto equilibrio per ambire a qualcosa di importante serve mantenere alta l’attenzione, è quello che ci chiede sempre il mister».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento