Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Fiorenzuola: a Forlì per rialzare subito la testa

Dopo la sconfitta con il Villabiagio, i rossoneri in cerca di riscatto sfidano in trasferta un'avversaria in ottima salute

Domenica 15 ottobre (ore 15) inizia a Forlì un’altra settimana intensa per il Fiorenzuola, chiamato a scendere in campo tre volte nel giro di sette giorni: dopo la partita in Romagna, in occasione del turno infrasettimanale in cartellone mercoledì 18 ottobre i rossoneri sfideranno al Comunale la Sammaurese, mentre domenica 22 ottobre l’undici di Dionisi sfiderà in trasferta la Sangiovannese. Il girone di andata entra nel vivo e il Fiorenzuola è chiamato a confermare tutto quanto di buono mostrato nelle prime sette giornate di campionato. Nell’ultimo turno i rossoneri sono incappati nella prima sconfitta della loro stagione, ma anche al cospetto della capolista Villabiagio la prestazione dei ragazzi guidati da Alessio Dionisi non è mancata. Il gol decisivo è arrivato a un minuto dal novantesimo, proprio nel momento in cui il Fiorenzuola stava esprimendo il massimo sforzo alla ricerca del vantaggio: “Per la prima volta in stagione – spiega il tecnico rossonero – ci siamo trovati a dover fare i conti con una sconfitta. Nessuno di noi pensava che non sarebbe mai successo, però, se devo essere sincero, la sconfitta dopo una partita ben giocata non mi va a genio e non deve andare a genio neppure ai ragazzi. Mi spiego meglio: avevamo i mezzi per fare punti con il Viillabiagio eppure, nonostante la prestazione non sia mancata, siamo usciti dal campo a mani vuote per una nostra disattenzione. Questo vorrei non accadesse più”.

Resta l’amaro in bocca per la mancata espulsione di Brunori, che poi ha realizzato il gol decisivo.

“L’errore dell’arbitro è stato evidente, nel primo tempo Brunori ha colpito Varoli con una gomitata e andava espulso. Però dobbiamo accettare gli errori dei direttori di gara così come accettiamo i nostri”.

Domenica si gioca a Forlì, poi le due partite con Sammaurese e Sangiovannese.

“Il girone di andata sta entrando nella fase cruciale: d’ora in poi tutte le squadre che affronteremo useranno la testa, perché il risultato inizia a pesare. Però, come sempre, bisogna pensare a una partita per volta. A Forlì servirà una grande prestazione: loro sono in salute, hanno giocatori di esperienza a livello di serie D e anche Lega Pro, e puntano a un campionato di alta classifica”.

Alessio Dionisi non ha indisponibili, in partenza il tecnico del Fiorenzuola potrebbe puntare su Vagge tra i pali, Sarzi (o Collodel), Mazzotti e Bouhali in mediana, con Bramante (o Bollini), Bosio e Bigotti in prima linea.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento