Questo sito contribuisce all'audience di

Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

La Figc Emilia-Romagna ha concluso il primo giro interlocutorio. Lunedì e martedì prossimi tocca al settore giovanile con le squadre Elite e Interprovinciali

Si è concluso il giro di videoconferenze che ha coinvolto tutto il calcio dilettantistico: negli ultimi due giorni i vertici della Figc Emilia-Romagna hanno incontrato le squadre di Seconda e Terza categoria in riunioni che sono state sostanzialmente interlocutorie. A oggi infatti non è possibile programmare ritorni in campo; per questo si è deciso di rimandare ogni tipo di programmazione almeno al 3 dicembre, quando terminerà la validità dell’attuale Dpcm. Solo in quel momento sarà possibile capire se le misure restrittive proseguiranno, e in che misura, e soprattutto se la curva dei contagi tornerà a essere in discesa. Unica decisione comunicata: la seconda rata delle iscrizioni, attualmente prevista a fine dicembre, sarà prorogata alla ripresa della stagione.

Ormai è assodato che il fischio d'inizio non potrà esserci prima del 2021, rimane da capire se si potrà fare a fine gennaio oppure bisognerà attendere le settimane o i mesi successivi. Allo stato attuale nessuno può assicurare una data visto che tutto dipenderà dal virus. Certo che partendo a fine gennaio si potrebbe prevedere una formula del campionato nei limiti del possibile “regolare” con andata e ritorno, se invece si tornasse in campo a marzo sarebbe scontato cercare formule alternative.

«Ad esempio – spiega Luigi Pelò, delegato provinciale della Figc – la Terza categoria ha un girone da 15 squadre, fino allo stop abbiamo disputato due giornate e ne rimangono 28. E’ chiaro che se dovessimo iniziare a marzo non sarebbe possibile concludere il torneo con la formula attuale e dovremo inventarci qualcosa».

Per questo non appena la situazione sarà più chiara Pelò vorrebbe organizzare una nuova riunione con i club piacentini per capire come muoversi «considerato che non potremo discostarci da quanto viene deciso a livello regionale anche per una questione organizzativa. Ci sono società di categorie differenti che utilizzano lo stesso impianto, è necessario rispettare le concomitanze».

Intanto lunedì e martedì prossimi dalle 18 alle 19.30 è prevista una nuova videoconferenza con i dirigenti del settore giovanile. Il 18 l’incontro è riservato alla squadre che prendono parte ai campionati Elite, il giorno successivo ai club impegnati negli Interprovinciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento