Questo sito contribuisce all'audience di

Dilettanti - Nicola Binchi: «Rispetto la decisione dell'Agazzanese ma porto avanti la mia idea di calcio»

Parla il tecnico esonerato la scorsa settimana: «Mi spiace non andare avanti, si può proporre calcio anche in queste categorie». Crescita dei giovani e sviluppo della manovra al centro dalla sua filosofia. «Non rinnego le mie idee, le squadre devono giocare»

Nicola Binchi

La filosofia del tecnico Nicola Binchi alla fine si è scontrata con l’esigenza, tipica del calcio italiano, di andare immediatamente al concreto - cioè fare punti - senza tanto guardare come lo si ottiene. Da un paio di settimane il mister non è più al timone dell’Agazzanese, scelto a sorpresa in estate, lui che viene dal mondo delle giovanili, per dare un’impronta diversa e un nuovo corso alla formazione piacentina di Eccellenza.
L’esonero è stato un po’ un fulmine a ciel sereno, arrivato dopo il pareggio interno contro il Formigine, vero che l’Agazzanese si trova in piena zona playout ma la classifica lì a basso è decisamente corta: se escludiamo le ultime due Fiorano e Folgore Rubiera, per il resto ci sono sei squadre racchiuse nello spazio di 7 punti.
«Sono un uomo di calcio, ho fatto il calciatore professionista per 20 anni - ci spiega Binchi - e conosco le dinamiche di questo sport. La società mi ha detto che voleva dare una scossa alla squadra e innestare più esperienza, per me era la prima volta sulla panchina dei “grandi” perché ho iniziato con le giovanili. Sinceramente non saprei dire cosa è mancato, se il tempo di allestire un discorso tecnico o altro, posso però dire che non rinnego nulla. In fondo abbiamo sbagliato tre partite e mezzo, con Felino, San Felice, San Michelese e un tempo contro il Colorno, per il resto ero soddisfatto di quello che provavano a proporre i miei ragazzi. Non dimentichiamoci mai che l’Agazzanese ha cambiato tanto rispetto alla passata stagione, quando arrivò seconda, ora c’è una squadra davvero molto giovane come età media. Io personalmente avevo chiesto l’arrivo di tre ragazzi per il resto non avevo preteso nulla sul mercato e sono felice di aver fatto esordire due della Juniores».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • La regione Emilia Romagna riapre tutti gli impianti sportivi per allenamenti senza pubblico. Ma Piacenza potrebbe decidere diversamente

  • Ordinanza del Comune: divieto di allenamento per le società dilettantistiche e per le squadre giovanili

  • Un calciatore della Sarmatese positivo al coronavirus: alcuni suoi compagni in quarantena

  • Emergenza Coronavirus - Non solo partite ufficiali, sospesi anche gli allenamenti di tutti gli sport

Torna su
SportPiacenza è in caricamento