menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A destra il tecnico Dario Bongiorni, insieme al vice Pier Villani

A destra il tecnico Dario Bongiorni, insieme al vice Pier Villani

Dilettanti - La Pontenurese punta in alto. Bongiorni: «Squadra migliorata ma la concorrenza è forte»

La formazione piacentina, insieme a Fidentina, Brescello e CastellanaFontana, è tra le pretendenti al campionato di Promozione che parte domenica. Il tecnico: «Siamo forti, peccato per l'infortunio a Dattaro che lo terrà fuori parecchi mesi»

Fidentina, Brescello e Pontenurese. Alla vigilia del campionato di Promozione A 2019/2020 sembrano queste le principali pretendenti al titolo, con Fidentina e Brescello che, secondo gli addetti ai lavori, hanno qualcosa in più della squadra di mister Dario Bongiorni. «Attenzione state dimenticando la CastellanaFontana, loro hanno Cossetti, uno dei migliori giocatori in circolazione» precisa però il tecnico della Pontenurese.

Bongiorni in ogni caso non nasconde le ambizioni di una Pontenurese che è stata costruita per la lotta al vertice dopodiché, la vittoria di un campionato, passa attraverso una miriade di piccolissimi dettagli tra cui anche un pizzico di fortuna. «Ecco questa a dir la verità ci sta già mancando, purtroppo stavamo impostando la stagione su di un attacco con Rocco Dattaro ma il recentissimo infortunio al ginocchio - rottura del crociato - ci costringe a rivedere i piani, tuttavia rimaniamo così e non andiamo sul mercato. L’anno scorso ho avuto fuori l’attacco per quasi tutta la stagione, inoltre abbiamo preso Natale che è un bel prospetto».
Botta a parte il pensiero di Bongiorni è positivo. «Sicuramente in linea di massima abbiamo migliorato la squadra attraverso un ottimo mercato estivo - ci spiega - e come altre formazioni puntiamo a rimanere al vertice: Fidentina, Brescello ma ci metto anche la CastellanaFontana tra le favorite. I miglioramenti sono stati fatti in ogni reparto, sono arrivati giocatori di assoluta esperienza come Mancini, Terenzio e Andrea Lucci, poi abbiamo un “signor” giocatore come Mazzera. Insomma, molto bene, poi dovranno essere bravi a confermarsi sui loro standard e ovviamente io a metterli insieme e farli giocare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento