rotate-mobile
Dilettanti

Dilettanti - Eccellenza, l'Agazzanese vuole correre. Ghidini: «Ci siamo rinforzati e che bravi i nostri giovani»

Il direttore generale: «Abbiamo cercato di toccare la squadra il meno possibile e secondo me possiamo arrivare nella parte sinistra della classifica. I tre derby? Tutti aperti e da giocare». Domenica esordio a Formigine, poi arriva subito l'insidiosa Vignolese

L’appuntamento è per le 16.30 di domenica sul campo della Real Formigine. L’Agazzanese scalda i motori perché tra poco inizierà la sua stagione 2022/2023 in Eccellenza, una categoria prestigiosa per un paese piccolo come Agazzano che l’anno scorso ha rischiato di perdere, salvato solo da una strepitosa ultima parte di campionato che ha portato la squadra di mister Piccinini a una salvezza diretta quasi insperata.
«Se consideriamo alcune corazzate mi vien da dire che per Agazzano è già un miracolo essere in Eccellenza - spiega il direttore generale Ghidini - e l’obiettivo rimane sempre il mantenimento della categoria».
Agazzanese che ha rifatto il parco attaccanti, è arrivato Delfanti e rimane in attesa del rientro di Burgazzoli - previsto per fine anno - mentre la base di partenza rimane la squadra che nella passata stagione ha staccato la salvezza a suon di vittorie nelle ultime gare.

Ghidini, si riparte dal finale dell’anno scorso?
«Direi di sì, l’idea fin dal principio era quella di toccare il meno possibile del gruppo della passata stagione che ha raggiunto un risultato straordinario. A un certo punto sembravamo davvero spacciati a causa soprattutto di eventi che non potevano essere messi in preventivo; dopodiché è uscita la qualità di un gruppo che sapevamo essere forte».

La speranza è quella di sudare un po’ meno.
«Sono contento della squadra che si presenta ai nastri di partenza. Come detto, in linea di massima abbiamo mantenuto l’ossatura, tanto che sono arrivati solo Barba, D’Aniello, Delfanti e Corbellini, quattro “vecchi” a cui abbiamo aggiunto due ottimi giovani della nostra Juniores, l’attaccante Farina e il difensore Stanelli, più la riconferma in blocco dei nostri bravissimi 2003. Tra Covid e assenze abbiamo già dato, se la sfortuna non ci prende di mira possiamo toglierci delle soddisfazioni».

Nel dettaglio, come vede la rosa?
«Siamo completi. Davanti c’è stato il grande ritorno di Delfanti che ho visto davvero molto in forma, lo stesso vale per Forbiti che l’anno scorso abbiamo perso quasi subito. Purtroppo dovrà scontare due giornate di squalifica e Delfanti ha accusato un leggero acciacco muscolare, non li avremo domenica, ma contiamo molto su di loro. Ho visto bene anche Corbellini, giocatore universale che ci fornisce molte soluzioni e siamo sempre in attesa del rientro di Burgazzoli. Secondo me ci siamo rinforzati, poi gli eventi futuri li vedremo sul campo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dilettanti - Eccellenza, l'Agazzanese vuole correre. Ghidini: «Ci siamo rinforzati e che bravi i nostri giovani»

SportPiacenza è in caricamento