Questo sito contribuisce all'audience di

Coppa Emilia - La neve non ferma la finalissima, la Virtus Caorso vince 2-0 contro la Spes. VIDEO

A San Giorgio, su un campo impossibile, la formazione giallonera supera con una rete per tempo di Bazzarini e Matteo Losi la Spes Borgotrebbia, che sullo 0-1 si vede annullare due reti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esulta la Virtus Caorso, che con una rete per tempo supera la Spes Borgotrebbia, si aggiudica la fase provinciale della Coppa Emilia e prosegue il cammino che potrebbe portare la formazione di Fermi verso la Prima categoria. Applausi per entrambe le formazioni, che hanno fatto il possibile per mandare in scena una partita di calcio in condizioni ambientali impossibili. Resta da chiedersi il motivo per cui a pochi chilometri di distanza, sul campo di Carpaneto, non si sia disputata una gara di Serie D mentre l’arbitro abbia deciso di far giocare una partita di Seconda categoria su un terreno più adatto allo sci da fondo. Bravissimi i giocatori a cercare di proporre un buon calcio pur avendo come primo (e a volte unico) obiettivo quello di rimanere in piedi su un terreno scivoloso e ghiacciato. E bravi anche gli spettatori, presenti in discreto numero sulle tribune nonostante una temperatura sotto lo zero e uno spettacolo che, viste le premesse, non poteva certo essere dei più esaltanti. Righe delle aree pulite con le scope, quella del centrocampo invisibile già dopo pochi minuti, pallone giallo che rotolava con fatica e protagonisti impossibilitati a proporre trame adeguate. Un vero peccato, perché una finalissima avrebbe meritato condizioni di gioco almeno sufficienti.

Premessa lunga ma doverosa per una gara che ha vissuto su due filosofie di gioco differenti: la Spes Borgotrebbia ha provato a fare la partita, riuscendoci per lunghi tratti puntando anche su un discreto palleggio, almeno per quanto possibile viste le condizioni del campo. Dal canto suo la Virtus Caorso si è dimostrata formazione cinica: ha lasciato il pallino del gioco in mano agli avversari, in qualche momento si è anche fatta schiacciare, ma è stata brava a rendersi pericolosa ogni volta che si affacciava dalle parti dell’area avversaria. Succede con un tiro alto di Bazzarini dopo una decina di minuti e con la successiva conclusione vincente del numero 9 che al 18’ approfitta di un’indecisione difensiva della squadra di Zerbini per portare in vantaggio i caorsani. Sotto 1-0 la Spes Borgotrebbia tiene palla a centrocampo e cerca di avvicinarsi alla porta di Addabbo senza peraltro mai riuscirci in modo interessante grazie alla solidità difensiva degli avversari. Almeno fino al 40’, quando Piccini calcia forte, la conclusione viene respinta e la successiva mischia in area non porta a niente di concreto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il copione cambia nella seconda frazione: l’undici di Zerbini continua a mantenere il pallino del gioco e riesce anche a rendersi pericoloso. Per i gialloverdi è un crescendo, per alcuni minuti bloccano gli avversari in area collezionando una serie di calci d’angolo, fino a quando Gazzola non esalta le doti di Addabbo chiamandolo a una respinta impossibile con la Spes già pronta a esultare. Le percussioni non si interrompono e la Virtus Caorso, fino a quel momento solidissima in difesa, inizia a vacillare. A questo punto diventa protagonista il direttore di gara: al 62’ Pizzamiglio spinge il rete il pallone al termine di una mischia in area ma l’arbitro annulla per carica sul portiere fra le proteste della squadra cittadina. La Spes Borgotrebbia non si arrende e prosegue con una carica ancora maggiore, così due minuti più tardi è Cisse M. a sfruttare una bella apertura sulla destra per trafiggere l’estremo difensore della Virtus Caorso. Stavolta è il guardalinee ad alzare la bandierina segnalando un fuorigioco che non convince i giocatori della Spes. Sembra una giornata stregata per i ragazzi di Zerbini, e al 75’ tocca a Soresi salvare sulla linea l’ennesima conclusione destinata in porta. E’ l’ultimo guizzo della Spes Borgotrebbia, che ovviamente inizia a pagare lo sforzo su un campo impossibile. Così la Virtus Caorso ne approfitta, prima con il solito Bazzarini, pericoloso ogni volta che tocca palla: Il suo pallonetto supera il portiere ma viene salvato sulla linea, poi allo scadere i caorsani trovano il raddoppio con una rete di Matteo Losi, bravo a regalare il successo alla formazione di Fermi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento