Giovedì, 18 Luglio 2024
Dilettanti

Giovedì la finalissima di Coppa Coni. Il Vernasca: «Vincono i nostri avversari». La Virtus: «Stanno gufando». VIDEO

Presentata la gara che assegna il trofeo: appuntamento il 27 aprile alle 20.30 a Borgonovo. Calcio d'inizio di Carlo Osti, in anteprima triangolare di piccoli calciatori

Virtus Piacenza a caccia della doppietta dopo la vittoria del campionato, Vernasca che vuole ripetere la fantastica annata del 2011 quando riuscì a conquistare il successo in Terza categoria, quello in Coppa e addirittura una vittoria in un torneo londinese.

Appuntamento giovedì 27 aprile alle 20.30 al Curtoni di Borgonovo per la finale di Coppa Coni che non metterà in palio una promozione diretta, come succedeva negli anni scorsi, ma consentirà una buona posizione nella graduatoria dei ripescaggi. Il regolamento prevede in caso di parità dopo i 90 minuti, i tempi supplementari e gli eventuali calci di rigore. Il clima è già caldo: da Vernasca arriverà oltre un centinaio di tifosi con striscioni e bandiere e anche da casa Virtus garantiscono che i sostenitori almeno pareggeranno il numero degli avversari.

Il Vernasca, in lotta per i playoff di Terza categoria, spedisce tutti i favori del pronostico nello spogliatoio degli avversari. «Vincono sicuramente loro» preannuncia il presidente Massimo Trabucchi facendo il pieno di scaramanzia. «Vogliono gufare» ribatte ridendo Paolo Pagani, numero due della Virtus Piacenza, che rilancia: «E’ una finale, le due formazioni hanno ciascuna il 50 per cento di possibilità di vincere».

La manifestazione è stata presentata nell’Auditorium Roberto Gentilotti da Robert Gionelli, delegato provinciale del Coni, Angelo Gardella, delegato provinciale della Figc, Domenico Gresia, presidente provinciale dell’Aia, Filippo Battini, vice presidente della Borgonovese e di fronte a una rappresentanza delle due squadre. Per il Vernasca erano presenti il direttore sportivo Giovanni Migliorini con i giocatori Andrea Carlucci, Simone Demanfredi e il capitano Marco Belforti, mentre la Virtus Piacenza ha risposto con Nicola Boccedi.

«Lo scorso anno – ha spiegato Gionelli – a seguire la finale erano presenti sugli spalti oltre mille persone a testimoniare l’importanza della manifestazione». Concetto ribadito anche da Gardella, per cui «nell’ultima stagione la Coppa Coni arrivò al termine dell’annata, adesso possiamo dire che si tratta dell’apertura della fase finale, che vedrà nel prossimo mese anche i playoff di Terza e di Seconda categoria e le fasi finali dei campionati giovanili».

La Borgonovese ha previsto un torneo a corollario della portata principale che sarà la sfida fra Virtus e Vernasca: alle 19 infatti è in programma un triangolare riservato ai piccoli giocatori del 2015 che vedrà in campo Borgonovese, Virtus Piacenza e Gragnano, mentre per tutta la serata saranno attivi stand gastronomici «perché vogliamo che queste partite siano sempre occasione di incontro e amicizia» spiegano gli organizzatori. A dare il calcio d’inizio della sfida più attesa sarà Carlo Osti, ex calciatore di Atalanta, Udinese, Juventus e Piacenza, oltre che dell’Italia Under 21, e dirigente biancorosso, di Lazio, Atalanta e Sampdoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovedì la finalissima di Coppa Coni. Il Vernasca: «Vincono i nostri avversari». La Virtus: «Stanno gufando». VIDEO
SportPiacenza è in caricamento