Questo sito contribuisce all'audience di

Carpaneto: col Royale sconfitta a tavolino 0-3

Il Giudice Sportivo del Comitato Regionale dà ragione al ricorso del Royale Fiore, presentato dopo il derby perso contro il Carpaneto, in cui la società gigliata sosteneva «l'invalidità nel tesseramento del giocatore Simone Fornaciari» e con il...

Carpaneto: col Royale sconfitta a tavolino 0-3 - 1
Il Giudice Sportivo del Comitato Regionale dà ragione al ricorso del Royale Fiore, presentato dopo il derby perso contro il Carpaneto, in cui la società gigliata sosteneva «l'invalidità nel tesseramento del giocatore Simone Fornaciari» e con il comunicato ufficiale di oggi conferma quanto ci si aspettava: la vittoria a tavolino per 3-0 del Royale Fiore (sul campo era finita 7-0 per il Carpaneto). «Rilevato che il tesseramento di Simone Fornaciari è stato dichiarato nullo - si legge - il calciatore in questione si trovava in posizione irregolare nella partita Carpaneto-Royale Fiore (entrato al 13' del secondo tempo al posto di Valla) e quindi non doveva prendere parte alla partita. Pertanto si accoglie il reclamo del Royale Fiore e si infligge la sconfitta a tavolino per 0-3, oltre alla squalifica di una giornata a Fornaciari e un'ammenda di 200 euro al Carpaneto».
Al momento dunque non si parla di possibili penalizzazioni, tuttavia il comunicato si chiude così «con nota separata si trasmette gli atti alla Procura Federale per i provvedimenti di propria competenza» insomma, potrebbe non essere ancora finita. Una sentenza che riapre quindi la corsa in Promozione, perché il Carpaneto rimane primo in classifica ma scende a quota 46 punti e il Brescello, in seconda posizione, in una settimana ha recuperato sei punti e ora si trova a -1. Leggi qui la classifica aggiornata.

L'IRA DI ROSSETTI - La decisione del Giudice sportivo di Bologna non è andata giù al presidente della Vigor Carpaneto 1922, Giuseppe Rossetti, che ha preannunciato ricorso. "In primis - spiega Rossetti - ringrazio le società che mi hanno chiamato per esprimermi solidarietà. In questa vicenda c'è una forte incongruenza nel comportamento della Federazione: avevamo ricevuto rassicurazioni da Bologna per il tesseramento di Fornaciari, con tanto di bollino verde e via libera, poi ora arriva questa sentenza del giudice che ci dice che il giocatore non poteva essere schierato in quanto il suo tesseramento era nullo. Peccato solo che questo è stato deciso dalla Figc solo di recente e non all'epoca della partita". Quindi aggiunge nello sfogo. "Questa decisione danneggia non solo il ragazzo e la società, ma anche chi come me, imprenditore, ci mette soldi e passione per questo sport. A livello dilettantistico non è possibile che si arrivi a determinare risultati attraverso vie legali: le vittorie e le sconfitte devono arrivare sul campo. Abbiamo sempre operato con trasparenza e non abbiamo bisogno di "mezzucci" per andare avanti; evidentemente, la Vigor Carpaneto, passata in due anni dalla Seconda categoria alla Promozione, sta dando fastidio a qualcuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

  • Serie C - Il Piacenza non sa più vincere. La Pro Vercelli strappa l'1-1 nel finale, biancorossi ora terzultimi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento