menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Calcio - San Giuseppe-Travese, incasso per i terremotati - 1

Calcio - San Giuseppe-Travese, incasso per i terremotati - 1

Calcio - San Giuseppe-Travese, incasso per i terremotati

San Giuseppe-Travese, campionato di Seconda Categoria. Due a zero per i padroni di casa. Una doppietta di Paolo Cavanna ed ecco che i primi novanta minuti scorrono via insieme ai primissimi punti della stagione. Non poteva esserci modo migliore...

San Giuseppe-Travese, campionato di Seconda Categoria. Due a zero per i padroni di casa. Una doppietta di Paolo Cavanna ed ecco che i primi novanta minuti scorrono via insieme ai primissimi punti della stagione. Non poteva esserci modo migliore per iniziare un cammino lungo un autunno, un inverno ed una nuova primavera, ma il San Giuseppe ha trovato il modo di trasformare la partita di esordio in uno slancio di solidarietà.

Luca Donati, difensore dei biancazzurri ormai da quattro stagioni, la scorsa settimana ha infatti pensato non solo a quel campo dove ha corso centinaia di chilometri ma anche a quanto successo ormai tre settimane fa in Abruzzo. A quel terremoto che ha sconvolto paesi, famiglie, vite. Perché allora non invitare a raccolta i tifosi del San Giuseppe per la sfida interna contro la Travese e devolvere i proventi degli incassi alle popolazioni colpite dal sisma? Detto, fatto. Una telefonata al presidente Colonna, il supporto dei compagni di squadra ed ecco che il centro sportivo “Biancazzurro” si riempie in una bollente domenica di settembre. Per assistere all’esordio dopo la pausa estiva ma soprattutto per contribuire, con una piccola donazione, alla raccolta fondi. «Non ho mai visto il campo del San Giuseppe così pieno»: queste le parole di Donati al termine dalla partita contro la Travese. Parole piene di soddisfazione per un terzino abituato a spingere sulla fascia. Che sa bene quanto, come sostiene da tempo immemore un vecchio adagio, l’unione possa fare la forza. Dentro un rettangolo di gioco o nella vita di tutti i giorni, senza alcuna differenza. Il risultato: 500 euro da destinare a chi è stato meno fortunato, un sorriso regalato a chi ne ha bisogno.
Nicolò Premoli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento