rotate-mobile
Dilettanti

Calcio Dilettanti - La Questura notifica tre Daspo "sportivi" dopo i fatti di Rottofreno-Sporting Fiorenzuola

Il fatto, rendicontato dal questore di Piacenza, Filippo Guglielmino e dal vice questore e dirigente dell’Anticrimine Angelo Di Legge nella giornata di martedì, è relativo alle minacce ad un arbitro dopo la partita dello scorso aprile valida per il campionato di Prima Categoria.

Ha uno strascico extrasportivo la partita dello scorso 3 aprile tra Rottofreno e Sporting Fiorenzuola, vinta dai locali 3-2. Partita che era andata sotto i riflettori per le maxi squalifiche che il Giudice Sportivo aveva affibbiato allo Sporting con il tecnico Marcello Agosti squalificato fino al 21 dicembre 2022, al dirigente Luigi Schernardi, fermato fino al 4 maggio 2022 e due giocatori, Fabio Orsi e Raffaele Testa, squalificati fino all’8 giugno 2022 (leggi qui le decisioni e le motivazioni del Giudice Sportivo).

Nel corso di una conferenza stampa di martedì 1 giugno, il questore di Piacenza, Filippo Guglielmino, e il vice questore e dirigente dell’Anticrimine, Angelo Di Legge, hanno rendicontato una serie di “Daspo urbani” per alcune persone (in pratica è il divieto di accesso ad aree urbano) tra cui anche tre “Daspo sportivi” che hanno interessato - da quanto emerso nell’incontro - tre giocatori di calcio per minacce nei confronti di un arbitro nel corso, appunto, della partita Rottofreno-Sporting Fiorenzuola valida per il campionato di Prima Categoria.

In sostanza ai tre giocatori è stata applicata una sanzione del tutto simile al Daspo che colpisce i tifosi, cioè per loro sarà proibito, per un determinato arco di tempo, l’accesso agli impianti sportivi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Dilettanti - La Questura notifica tre Daspo "sportivi" dopo i fatti di Rottofreno-Sporting Fiorenzuola

SportPiacenza è in caricamento