menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La consegna degli aiuti economici da parte di Sgorbati e Mazza a don Ezio Molinari

La consegna degli aiuti economici da parte di Sgorbati e Mazza a don Ezio Molinari

La beneficenza del calcio dilettanti non si ferma: consegnati aiuti economici a persone in difficoltà a causa del coronavirus

Gli ideatori Massimo Mazza e Alberto "Batman" Sgorbati dopo i tre ecografi portatili donati all'ospedale di Piacenza hanno contribuito in modo concreto alle necessità di chi ha perso affetti o il lavoro a causa del covid

Il calcio dilettanti non si ferma più. Non in campo, dove i tornei sono ovviamente fermi da tempo e attendono lo stop ufficiale che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, ma sul terreno della beneficenza. Il gruppo creato da Massimo Mazza e Alberto “Batman” Sgorbati, di cui abbiamo ampiamente parlato nelle scorse settimane e che comprende tantissimi personaggi del mondo dilettantistico non solo piacentino, raggiunto il primo obiettivo non si è fermato e ha proseguito nella raccolta fondi tagliando un secondo traguardo. Dopo aver consegnato i tre ecografi portatili all’ospedale di Piacenza, giocatori, tecnici e dirigenti hanno continuato a donare raccogliendo un’altra cifra importante, destinata ad alcune famiglie bisognose della nostra provincia. «Volevamo contribuire alle necessità impellenti – spiega l’ideatore Massimo Mazza – di persone che a causa del covid hanno perso i propri affetti, magari sono rimasti soli o che comunque hanno bisogno di un aiuto economico in attesa di tempi migliori: fare del bene ci fa stare bene. Ci siamo affidati a don Ezio Molinari, parroco di Santa Maria in Gariverto, che ha indicato le persone più adatte e questo pomeriggio abbiamo provveduto alla consegna di cinque buste contenenti una somma di denaro che non sarà altissima ma comunque permetterà di sostenere i bisogni primari almeno per qualche settimana».

Il motto di Mazza è sempre lo stesso: «Da piacentini e da uomini di campo non amiamo le parole, ma pensiamo a fatti concreti. Questo lo era, e siamo soddisfatti di aver dato tutti insieme un piccolo aiuto a chi ha bisogno».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento