menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredisce verbalmente e minaccia l'arbitro donna, un giocatore del Vernasca squalificato per sette mesi

Ammenda anche alla società, 300 euro "perché i dirigenti si rifiutavano di intervenire in aiuto" del direttore di gara

Tegola sul Vernasca, che si vede squalificare per sette mesi, fino al 30 giugno 2019, Matteo Casisa che dunque dovrà seguire tutto il resto della stagione dalla tribuna. Stando a quanto pubblicato sul comunicato ufficiale della Figc piacentina il giocatore avrebbe aggredito verbalmente il direttore di gara donna, tentando anche di afferrarla.

Questa la decisione del Giudice sportivo

Al momento dell'espulsione, dissentendo da una decisione dell'arbitro donna reagiva nei confronti di quest'ultimo e, con fare intimidatorio, proferiva frasi gravemente offensive e minacciose. Tentava anche di afferrarlo, ma veniva bloccato da compagni ed avversari che evitavano che i fatti fossero portati a più gravi conseguenze. Gli rivolgeva altresì minacce di male fisico estremo rivolte anche alla famiglia dell’arbitro stesso e continuava a proferirgli frasi che lo colpivano anche sul piano personale mentre usciva dal terreno di giuoco. In tutto quanto accaduto i dirigenti non sono intervenuti per difendere l'arbitro.

Proprio per quest’ultimo motivo anche la società ha subito un’ammenda di 300 euro causata da “inadempienza dei propri doveri da parte dei dirigenti, specialmente quelli addetti alla forza pubblica sostitutiva, che si rifiutavano di intervenire in aiuto dell’arbitro in occasione dell’espulsione di un calciatore del Vernasca".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento