Questo sito contribuisce all'audience di

Simone Inzaghi tecnico ambito: sarà lui il successore di Allegri alla Juventus?

Il nome dell'attuale allenatore della Lazio associato ai bianconeri, dove andrebbe a comporre una coppia tutta piacentina con il direttore sportivo Fabio Paratici

Simone Inzaghi, alla Lazio da aprile del 2016

Definirlo l’allenatore del momento è riduttivo, perché Simone Inzaghi ormai non rappresenta più una sorpresa. Da quando, era aprile 2016, ha preso in mano le redini della Lazio ha fatto incetta di risultati positivi. Prima la qualificazione in Europa, poi la finale di Coppa Italia e il successo in Supercoppa contro la Juventus, domenica scorsa la netta vittoria contro un Milan che, stando agli addetti ai lavori, era una delle formazioni top del campionato. Le cifre dicono che è il secondo tecnico biancoceleste della storia come media punti; complessivamente ha fatto registrare 1.85 punti a gara, meglio di lui si è comportato solamente Eriksson con 1.89, tutti gli altri sono alle spalle. In estate il presidente Lotito ha venduto due pezzi da novanta come Biglia e Keita, fra i migliori l’anno scorso; Inzaghi non si è scomposto, è ripartito da dove aveva terminato l’ultima stagione, anzi facendo addirittura meglio e portando subito a casa il primo trofeo stagionale.

Così anche se la stagione sta vivendo i primi vagiti iniziano a circolare le voci sul suo futuro. La più intrigante lo vorrebbe alla guida della Juventus per il dopo Allegri (il contratto dell’attuale tecnico bianconero scadrebbe nel 2020, ma non è detto che si arrivi al termine), a formare una coppia tutta piacentina con il direttore sportivo Fabio Paratici. Al di là delle smentite di rito, scontate in questo momento dell’anno, la cosa certa è che i vertici bianconeri hanno individuato in Simone Inzaghi un tecnico in grado di guidare la formazione capace di vincere gli ultimi sei scudetti consecutivi. Se poi il tutto si trasformerà prima in fidanzamento e poi in matrimonio potrà dirlo solo il tempo, ma per adesso gli ammiccamenti sono certi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E probabilmente l’attuale tecnico biancoceleste ne avrà parlato con Fabio Paratici, direttore sportivo pure lui appetito da parecchie società straniere. Qualche tempo fa si era parlato di un interessamento del Paris Saint Germain, ultimamente il nome del dirigente piacentino è stato associato al Barcellona, che proprio questa sera affronta la Juventus in Champions League. Tentativi al momento respinti al mittente anche con le dichiarazioni di Beppe Marotta, direttore generale bianconero: «Io e Paratici siamo legatissimi alla Juve e non abbiamo alcuna intenzione di andarcene. Se poi un giorno dovessero mandarci via il discorso sarebbe diverso» ha dichiarato pubblicamente. E chissà che fra qualche tempo la coppia piacentina Paratici-Simone Inzaghi non si componga a Torino sulla sponda bianconera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Serie C Playoff 2020 - Risultati primo turno, qualificate e gli accoppiamenti della seconda fase

  • Serie C - Vigilia di playoff: il tabellone completo con tutte le partite

  • Calciomercato Dilettanti - Riconferme per Agazzanese e Castellana. La Bobbiese fa spesa: ok per bomber Franchi

  • Piacenza - C'è l'accordo su tutto, inizia l'avventura di Vincenzo Manzo sulla panchina dei biancorossi

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento