Questo sito contribuisce all'audience di

Sarà un derby di Roma in chiave biancorossa? Inzaghi rinnova con la Lazio, Di Francesco vicino alla Roma

Quanti ex del Piacenza sulle panchina di Serie A: Massimo Rastelli resterà altri due anni alla guida del Cagliari

Simone Inzaghi e, a destra, Eusebio Di Francesco

E se il derby di Roma parlasse piacentino? Nel periodo in cui il calciomercato inizia a decollare si fa largo un’ipotesi suggestiva, che vedrebbe due ex biancorossi alla guida delle squadre capitoline. Uno è già certo: dopo la splendida ultima stagione Simone Inzaghi ha firmato il prolungamento del contratto con la Lazio. A darne l’annuncio lo stesso tecnico, che resterà sulla panchina biancoceleste fino al 2020 con un ingaggio di 1,2 milioni a stagione più bonus. Inzaghi con la sua squadra ha rappresentato la vera sorpresa del campionato insieme all’Atalanta e sta facendo incetta di premi: ieri a Soriano del Cimino ha ritirato il riconoscimento in memoria di Pietro Calabrese, ex direttore della Gazzetta dello sport e del Messaggero. «Una delle soddisfazioni più grandi - ha detto - è stato riportare la gente allo stadio, nelle ultime partite avevamo sugli spalti quasi 50mila spettatori». Adesso si pensa al futuro e al doppio impegno (campionato e coppe europee) del prossimo anno: «Speriamo di confermare tutti i big come Biglia e Keita, ma se dovessero partire sappiamo già che arriveranno rinforzi di spessore».

Una Lazio che rimarrà competitiva per affrontare al meglio anche il derby con la Roma, da qualche giorno orfana di Luciano Spalletti approdato all’Inter. Al momento il candidato più gettonato per sostituirlo è Eusebio Di Francesco, indimenticato ex biancorosso e ancora oggi impegnato a Piacenza con l’associazione Bottigelli. Da tempo il tecnico si è messo in luce con il Sassuolo, ottenendo risultati eccellenti e proponendo un calcio brillante e spettacolare, permettendo anche a parecchi giovani di emergere. La Roma ha messo gli occhi sull’ex centrocampista, che da giocatore ha vestito il giallorosso vincendo il campionato nel 2000-2001, ma per il suo approdo nella Capitale ci sono alcuni ostacoli da superare. Il più importante è la clausola da 3 milioni da versare al Sassuolo per chiudere il contratto in essere, cifra al momento ritenuta troppo elevata dai dirigenti della Roma, che in settimana incontreranno i vertici della società modenese per capire se esiste un margine di trattativa.

In attesa di conoscere  se Inzaghi e Di Francesco si sfideranno nel derby c’è da registrare la conferma di un altro ex biancorosso su una panchina di Serie A. E’ quella di Massimo Rastelli, al Piacenza dal 1997 al 2001, che dopo aver portato il Cagliari all’undicesimo posto nell’ultima stagione, ottenendo la salvezza con quattro giornate di anticipo, ha firmato il rinnovo biennale dell’accordo con gli isolani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento