Martedì, 22 Giugno 2021
Calcio

Ufficiale il protocollo della Figc per far ripartire tutto il calcio: nessun tampone obbligatorio

Le norme prevedono la misurazione della temperatura e la tenuta del registro delle presenze. Effettuazione di test antigenici "fortemente raccomandata" solo per gare fra club di regioni diverse

Autocertificazione, rigoroso rispetto delle norme igienico-sanitarie di prevenzione, attività di informazione e formazione, differenziazione degli ingressi e delle uscite, misurazione della temperatura corporea, tenuta del registro delle presenze. Sono queste alcune delle indicazioni inserite nel protocollo per la ripresa delle attività sportive di base e agonistiche, dilettantistiche e giovanili, quindi comprese anche le formazioni seniores. Non è prevista l’effettuazione dei tamponi, anche se sono “fortemente raccomandati”, per le attività che prevedono spostamento tra regioni diverse (amichevoli incluse), l’effettuazione di test antigenici rapidi e, in caso di positività, dei test molecolari.

Il documento era atteso per la ripresa ufficiale delle attività: da ora dunque è regolamentata la possibilità di organizzare amichevoli e tornei, fermo restando le autorizzazioni da richiedere alla Figc che rimangono inderogabili. La normativa riguarda tutte le categorie, dai più piccoli fino ai seniores. E’ sempre bene ricordare che l’attività, stando alle norme attuali, può essere svolta solamente nei territori in zona gialla, a porte chiuse e senza l’utilizzo degli spogliatoi.

Ultima indicazione: il protocollo che pubblichiamo in allegato (cliccare sul link per aprirlo) è riferito solamente alle società non professionistiche. Per le partite fra club professionistici restano in vigore le norme attuali.

LEGGI IL PROTOCOLLO COMPLETO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

-

Potrebbe interessarti

Ufficiale il protocollo della Figc per far ripartire tutto il calcio: nessun tampone obbligatorio

SportPiacenza è in caricamento