menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Pelò, Delegato provinciale della Figc

Luigi Pelò, Delegato provinciale della Figc

Nubifragio, quanta solidarietà dalle squadre piacentine

La solidarietà batte il nubifragio. I danni no, quelli sono enormi e servirà tempo (tanto) per permettere a Travese e Polisportiva Bf di riprendere una normale attività. Ma in attesa che le società piacentine, sconfitte dalla piena di Trebbia e...

La solidarietà batte il nubifragio. I danni no, quelli sono enormi e servirà tempo (tanto) per permettere a Travese e Polisportiva Bf di riprendere una normale attività. Ma in attesa che le società piacentine, sconfitte dalla piena di Trebbia e Nure, possano tornare a godere di nuove strutture è partita la corsa a dare un contributo. Nessuno si tira indietro, né i dirigenti piacentini, gli stessi che la domenica sono avversari sul campo ma in queste occasioni non guardano a maglie o bandiere, e neppure la federazione.

INCONTRO - «Mercoledì alle 16 - spiega il Delegato provinciale Luigi Pelò - ho convocato in sede i dirigenti delle due società e i responsabili del Coni per capire come mettere la prima pezza ai problemi attuali. Le istituzioni saranno chiamate a dare risposte definitive, ma noi dobbiamo trovare soluzioni immediate per la stagione in corso».
In federazione da ieri i telefoni squillano in continuazione, sono i dirigenti delle società del nostro territorio che si dicono disponibili a dare una mano concreta alle realtà danneggiate. «Ci stiamo dando da fare, sappiamo che è un momento particolare e c’è bisogno dell’aiuto di tutti».

IPOTESI - Al momento le ipotesi da valutare sono parecchie e prima di annunciarle Pelò vuole presentarle ai diretti interessati per sentire il loro parere. A oggi le opzioni più probabili sono il “trasferimento” della Polisportiva Bf a Podenzano e quello della Travese a Perino, ma si tratta solamente di un’idea visto che le ipotesi sul tavolo sono parecchie. La Spes Borgotrebbia, ad esempio, ha offerto la disponibilità dei campi in sintetico su cui fino all’anno scorso giocava la formazione di Seconda categoria, appena promossa in Prima. Attualmente è scaduta l’omologazione degli impianti, ma la struttura è perfettamente utilizzabile e la federazione si sta interessando perché in questo momento di emergenza il problema, esclusivamente burocratico, venga risolto per consentire alle società di avere un’opportunità in più da valutare.


ATTREZZATURE - Non è finita, perché sono tante anche le squadre che hanno offerto attrezzature a dirigenti e giocatori. Su facebook la LibertaSpes si è detta pronta a fornire ogni tipo di aiuti, dal materiale sportivo a contributi “manuali” per sgomberare il campo dal fango, mentre la Vigor Carpaneto sta preparando alcune mute di maglie da consegnare alle società interessate. «Quello che possiamo dare - spiega il presidente Rossetti - lo regaleremo molto volentieri. Di fronte a questi problemi non bisogna mai tirarsi indietro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento