menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vito Tisci, presidente del Settore Giovanile e Scolastico

Vito Tisci, presidente del Settore Giovanile e Scolastico

I Medici Sportivi: «Fermiamo gli allenamenti del Settore Giovanile fino al 30 giugno». Tisci: «Ci atterremo alle indicazioni di Governo e Federcalcio»

La Federazione che riunisce la categoria suggerisce un lungo stop per i ragazzi, mentre per i Dilettanti è necessario rinviare la decisione

Stop agli allenamenti delle categorie giovanili fino al 30 giugno, mentre per le società dilettantistiche è necessario attendere nuove indicazioni, fermo restando che non si potrà riprendere almeno per un mese, considerato che per ora anche le società professionistiche hanno sospeso tutto fino al 3 aprile.

Sono i suggerimenti avanzati dalla Federazione Medico Sportiva Italiana per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Nessun obbligo, sia chiaro, ma quando le indicazioni arrivano dai dottori è ovvio che debbano essere prese in serissima considerazione. Lo stop fino al 30 giugno di fatto rinvierebbe tutta l’attività giovanile alla prossima stagione, considerato che sarebbe impossibile riprendere gli allenamenti per poi provare a concludere qualunque tipo di torneo a luglio avanzato. Per i dilettanti invece uno spiraglio rimane aperto, ma a oggi è davvero utopia fare previsioni considerato che siamo ancora al centro dell’emergenza sanitaria e non è possibile prevedere quando ne usciremo. Ciò significa che se anche i professionisti dovessero riprendere nel mese di maggio (come dichiarato da più parti) non è detto che le attività dei dilettanti possano ripartire in tempi simili. E’ anche vero che chi non svolge attività a livello professionale non ha la necessità di un periodo di allenamenti così lungo per evitare il rischio di infortuni, ma dopo uno stop di almeno un mese e mezzo sarà comunque necessario per tutti riprendere l’attività in modo moderato prima di scendere nuovamente in campo per impegni agonistici.

Alla richiesta dei medici sportivi ha risposto Vito Tisci, Presidente del Settore Giovanile e Scolastico, che allo stato attuale ha tenuto aperte tutte le porte. «Per ora l’attività è ufficialmente sospesa fino al 3 aprile, successivamente ci atterremo alle indicazioni del Governo e della Federcalcio, considerando che per noi la salute resta sempre al primo posto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento