Questo sito contribuisce all'audience di

Paratici da leggenda: con la Juventus arriva anche il sesto scudetto consecutivo. FOTO

Dopo la terza Coppa Italia il direttore sportivo bianconero festeggia un tricolore che con la società detiene ininterrottamente dal 2012

Fabio Paratici festeggia con la famiglia. Nelle immagini di Andrea Trongone, il direttore sportivo al termine della gara che ha assegnato lo scudetto alla Juventus

Prima sperata, poi attesa, infine rimandata, ma solo di una settimana. E probabilmente è stato meglio così, è giusto che la Juventus festeggi lo scudetto della Leggenda nello stadio di casa, quello in cui si è trasformata passando da un anonimo settimo posto in Italia a top d’Europa. Quattro giorni dopo aver alzato al cielo la terza Coppa Italia consecutiva (un altro dei tanti primati), i bianconeri tagliano un traguardo ancora più prestigioso, portando nella sala dei trofei il sesto scudetto consecutivo. Dal 2012 in Italia la Juventus non comanda, domina. E da qualche tempo inizia ad allargare i propri orizzonti anche oltre i confini nazionali: il 3 giugno a Cardiff resta l’ostacolo Real Madrid da superare per festeggiare un Triplete che avrebbe dell’incredibile.

Paratici famiglia scudetto 2-2-2

Cambiano i tecnici, da Conte ad Allegri, cambiano i giocatori, resta invariato invece l’assetto societario, per tutti il vero punto di forza dei bianconeri. E fra i top player della dirigenza c’è anche il piacentino Fabio Paratici, direttore sportivo e responsabile dell’area tecnica, che da Borgonovo, suo paese d’origine, ha girovagato tutta Italia da calciatore prima di trovare l’eccellenza dietro la scrivania. Passando da Genova, sponda Sampdoria, per approdare  a Torino, dove da anni è una delle colonne portanti bianconere. Domenica anche lui ha festeggiato insieme a tutta la squadra. Senza eccessi, come è suo costume, consapevole comunque di rappresentare un punto di riferimento fondamentale per una realtà entrata nella leggenda. Anche lui, come tutti i componenti della rosa, ha portato la sua famiglia sul campo perché un’occasione così importante va divisa con chi ti resta vicino anche quando i riflettori si spengono, con le persone che ti fanno dimenticare i momenti difficili e che proprio per questo ti consentono di goderti quelli più belli. Adesso brindisi, champagne, cena e i giusti festeggiamenti. Poi ci sarà il traguardo della Champions da raggiungere e la Juventus, questo è certo, si farà trovare pronta per lo sprint finale.

Paratici scudetto 2-2Paratici scudetto-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento