Questo sito contribuisce all'audience di

Fagioli con l'Italia Under 19 all'Europeo in Armenia

Il piacentino della Juventus difenderà i colori azzurri dal 14 al 27 luglio. Nel girone ci sono Spagna, Portogallo e i padroni di casa

Carmine Nunziata ha ufficializzato i 20 giocatori per il Campionato Europeo Under 19 che prenderà il via in Armenia il 14 luglio per terminare il 27 e del gruppo fa parte anche il piacentino Nicolò Fagioli. Dopo una settimana, si è concluso il raduno che si è tenuto sui campi di Coverciano dove si sono allenati 25 giocatori sotto gli occhi del tecnico azzurro e del coordinatore delle Nazionali Giovanili, Maurizio Viscidi. «Sono scelte sempre difficili – ha sottolineato Nunziata – ma che un allenatore deve fare tenendo conto delle condizioni fisiche e dello stato di forma di ognuno, considerando che qualcuno è rimasto fermo per un mese dopo la conclusione dei campionati». Il Ct ha dovuto rinunciare a Salvatore Esposito e Alessio Riccardi, il primo perché uscito provato dal campionato Mondiale Under 20 in cui ha giocato da titolare; il secondo per problemi fisici pregressi che non è riuscito a superare durante il collegiale e per colpa dei quali è stato costretto ad allenarsi a fasi alterne. Altre due le assenze eccellenti, protagonisti durante tutta la fase di qualificazione a questo torneo continentale: i difensori Davide Bettella e Raoul Bellanova, ambedue schierati da Nicolato in Polonia nel corso del Mondiale Under 20.

Una squadra molto giovane, quella che partirà per l’Armenia. Infatti, l’esatta metà dei convocati è sotto età: 9 sono i nati nel 2001 (Russo, Armini, Gozzi Iweru, Fagioli, Greco, Riccardi, Petrelli, Piccoli, Salcedo) e un 2002, Destiny Udogie, difensore dell’Hellas Verona, alla sua prima partecipazione all’Europeo Under 19 dopo aver disputato a fine maggio in Irlanda un’ottima fase finale nel Campionato Europeo Under 17. Una scelta dettata dalla filosofia del Club Italia, quella di dare il massimo dell’esperienza internazionale ai giocatori, ma anche dalla necessità: «Una squadra sicuramente giovane– afferma il tecnico – ma altrettanto valida. A parte Udogie, sono ragazzi che hanno partecipato alle due fasi di qualificazioni e che in questa competizione avranno l’occasione di dimostrare il loro valore. Mi dispiace non avere con me Esposito, Bettella e Bellanova, ragazzi di valore assoluto, ma la trascorsa partecipazione al Mondiale, seppure una grande esperienza, è stata usurante, soprattutto a livello psicofisico e alla fine ne paghi lo scotto. Per Alessio Riccardi, purtroppo, quel piccolo problema al flessore ha compromesso la sua partecipazione. E’ un giocatore di grandi mezzi è avrà modo di dimostrare le sue qualità».  Sulla rassegna continentale Nunziata avverte: «Sarà molto importante lo stato di forma atletica visto che i nostri campionati sono finiti da tempo. Nel nostro girone avremo Spagna e Portogallo, due squadre che per tradizione sono state sempre al top della condizione fisica e tecnica. Inoltre, affronteremo la squadra di casa che farà del tutto per dimostrare al pubblico il proprio valore. Ma il nostro obiettivo – conclude Nunziata - è quello di giocare l’Europeo da protagonisti».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Re è tornato. Daniele Cacia: «Ho sempre detto che avrei chiuso con la maglia del Piacenza: eccomi»

  • Serie C - Ecco i gironi ufficiali A, B e C della stagione 2019/2020. Il Piacenza nel B, tornano i derby

  • Interviene Roberto Pighi e convince Mattia Corradi a rimanere al Piacenza. C'è il «sì» del giocatore

  • Piacenza - Marco Gatti: «Ambizioni rinnovate, noi a testa alta». Matteassi: «Cacia arriva nel weekend». VIDEO

  • Calciomercato Piacenza - Di Molfetta saluta i biancorossi, andrà al Catania. Si punta a Marco Imperiale

  • Piacenza - Nocciolini e Del Favero: in settimana si può chiudere. Gatti e Pighi scatenati sul mercato

Torna su
SportPiacenza è in caricamento