Calcio

L'allarme di Gravina, presidente della Figc: «Abbiamo perso tantissimi ragazzi»

Il numero uno del calcio italiano sottolinea la crisi ai tempi del Covid, che la Gazzetta dello Sport quantifica in un calo di circa 70mila tesserati. «Il 5 marzo una risposta certa per l'Eccellenza»

Gravina, da poco rieletto al vertice della Federazione Italiana Giuoco Calcio

«Abbiamo perso tantissimi ragazzi che non si sono più tesserati e questo non è un buon segnale». Lancia l’allarme Gabriele Gravina, rieletto al vertice della Figc. Il numero uno del calcio nazionale parla a Rai Radio 2, mette l’accento sui numeri dell’attività di base, ferma da un anno e che ancora non si sa quando potrà riprendere, e anche sulle categorie agonistiche che negli ultimi dodici mesi hanno giocato solamente un paio di giornate.

Nelle scorse settimane un articolo pubblicato dalla Gazzetta dello Sport quantificava in circa 70mila i tesseramenti mancati in tutta Italia rispetto all’anno precedente. Numeri da brividi, che probabilmente sono destinati ad aumentare se non si riuscirà a ripartire in tempi relativamente brevi con l’attività.

Gravina poi ha parlato anche dei campionati dilettantistici: venerdì 5 marzo sono attese novità dal Consiglio Federale chiamato a dare l’ok per la ripresa dell’Eccellenza, dal Calcio a 5 e dei tornei femminili regionali. «Dobbiamo essere responsabili e onesti e in quell’occasione daremo una risposta definitiva: se si potrà riprendere bisognerà dire come farlo, in caso contrario bisogna annunciare ufficialmente che il campionato si fermerà».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme di Gravina, presidente della Figc: «Abbiamo perso tantissimi ragazzi»

SportPiacenza è in caricamento