rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Calcio

Il post polemico di Filippo Inzaghi dopo l'esonero: "Trovo assurdo che le alte cariche dello sport non si assumano responsabilità per tutelare gli impegni contrattuali"

Lettera aperta del tecnico piacentino ai tifosi del Brescia, che ringrazia per il sostegno ricevuto. "Tra me e la città è stato subito amore, qui è nato mio figlio e staremo per un po'"

Immagine REALAB-2Dopo l'esonero dalla guida del Brescia arrivato nelle ultime ore, Filippo Inzaghi sceglie instagram per salutare i tifosi ma soprattutto pe resprimere il proprio disappunto. Il tecnico piacentino dichiara il proprio amore alla città lombarda, dove è nato il figlio, ma sottolinea una mancanza contrattuale, visto che nell'accordo con il presidente Cellino c'era la clausola che garantiva il posto a Inzaghi qualora la squadra (attualmente quinta in classifica) fosse stata nelle prime otto posizioni.

"Nove mesi fa - si legge sui social - sono arrivato a Brescia carico di voglia di fare, mi era stato chiesto un consolidamento della squadra in serie B con un sogno playoff, dal quale era nato l'impegno a non esonerarmi se la squadra fosse rimasta tra le prime otto. Tra me e la città è stato subito amore, a Brescia è nato mio figlio e qui staremo per un po'. Assieme all'enorme rammarico per questo esonero, comunicato con una fredda email e senza nemmeno una telefonata, lascio un gruppo splendido che mi sono sudato, scendo da un treno in corsa che no avrei mai voluto lasciare. Con grande dignità lascio il testimone a chi verrà dopo di me augurandogli ogni vittoria possibile. Ci tengo però a chiudere con una riflessione che verrà approfondita nelle sedi competenti. Seppur privilegiati, anche noi sportivi siamo dei lavoratori, soggetti a obblighi, doveri e diritti; sottoscriviamo contratti di lavoro come chiunque, che prevedono i diritti e soprattutto i doveri. Trovo assurdo che in uno Stato come l'Italia che per l'appunto è una "Repubblica basata sul lavoro", le alte cariche dello sport non assumano responsabilità per tutelare gli impegni contrattuali, scaricandole da una persona all'altra, ma sono sicuro che la ruota giri sempre per tutti e dopo la tempesta venga sempre la quiete"".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il post polemico di Filippo Inzaghi dopo l'esonero: "Trovo assurdo che le alte cariche dello sport non si assumano responsabilità per tutelare gli impegni contrattuali"

SportPiacenza è in caricamento