Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio

Festa grande per l'Aia piacentina con il fischietto Davide Massa. Il presidente Gresia: «Stagione con numeri in crescita per noi». FOTO

Il numero uno della sezione provinciale: «Bello vedere così tanti giovani che si avvicinano al nostro mondo, chiudiamo la stagione con 170 fischietti». L'arbitro internazionale: «Il governo del calcio è sulla strada giusta nella lotta contro certi episodi. Ai ragazzi dico: non mollate, superate le difficoltà»

E’ stata una vera macedonia di emozioni la festa di fine anno della sezione arbitri piacentini, appuntamento classicissimo di maggio in cui il presidente dell’Aia provinciale, Domenico Gresia, ha premiato i “suoi ragazzi” e tracciato un bilancio della stagione appena andata in archivio. Ospite d’onore della serata il fischietto elite internazionale Davide Massa, accompagnato tra gli altri dall’assessore allo sport Dadati e dal presidente della Figc provinciale, Angelo Gardella.
Location ottima come sempre nei saloni del ristorante Olympia di Niviano, tanti sorrisi e anche tanti applausi, mescolati a lacrime, nel ricordo del compianto Gianpiero Gregori, assistente guardalinee piacentino di caratura nazionale e internazionale scomparso nel 2021. «E’ stato un punto di riferimento per tutti» ha detto commosso Gresia nel ricordalo «lui è sempre qui con noi e ispira i nostri ragazzi», tanto che nel salone domina un grande striscione con la sua foto per ricordarlo sempre.
C’è stata anche tanta felicità per l’Aia piacentina che, nonostante alcuni episodi veramente deprecabili a cui abbiamo assistito nel corso della stagione, gonfia il petto perché è una delle migliori in Emilia Romagna con ben 170 fischietti di cui molti - davvero molti - decisamente giovani. «Ora speriamo in un bel corso a fine settembre» - aggiunge Gresia e poi prosegue.

Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 12

«E’ stata una stagione sicuramente positiva sotto molti aspetti, in particolare se parliamo del reclutamento. Abbiamo lavorato duro e avuto tanti giovani che si sono avvicinati al nostro mondo arbitrale. Purtroppo tanti sono arrivati, ma diversi dopo le prime gare hanno mollato, e questo è stato per noi un aspetto negativo. Abbiamo avuto una stagione davvero pesante sotto il punto di vista degli episodi di violenza verbali e anche non verbali. C’è stato un prezioso lavoro col Comune, col tavolo dello sport e la creazione di PiacenzaVale, mi auguro che le società aderiscano perché è ora di voltare pagine. Qui il caso “Vinicius-Ancelotti” è successo un anno fa, insomma bisogna accettare il fatto che ci sono arbitri giovani a cui va dato il tempo di crescere».

Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 15

Strette di mano, selfie e foto per l’ospite d’onore Davide Massa, uno dei fischietti più prestigiosi d’Italia. «Per un ragazzo giovane iniziare a fare l’arbitro è una bella palestra di vita, confermo, e aggiungo: io faccio l’arbitro da quando ho 15 anni e sono sportivo da 35, lo sport è vita accelerata perché ti fa vivere le emozioni della vita in modo amplificato. In questo senso lo sport è una palestra di vita e l’arbitraggio dà questa possibilità: si sente la fatica, il sudore, manca l’ossigeno, però ti regala grandi soddisfazioni. Gli episodi brutti che si susseguono nei confronti degli arbitri, a tutti i livelli, fungono da disincentivo, però la politica del nostro calcio con Gravina in testa ha preso di petto questa situazione per cercare di risolverla e questo è un aspetto positivo. Sono convinto che l’umanità si evolve, le cose miglioreranno, ai giovani quindi dico che ne vale la pena e le difficoltà vanno superate. Certo, poi questi episodi danno amarezza e magari spingono un ragazzo a fermarsi, e invece dico che questo deve spronare per far sì che le cose migliorino. In fondo, quello che direi a un giovane, è di metterci tutto ciò che ha e di sfidare anche le cose che non vanno bene».
Forse manca ancora troppa cultura sportiva nel mondo del calcio? «Mio figlio piccolino ha giocato un anno a calcio e un anno a basket, e un po’ si riscontra questa cosa di un atteggiamento diverso nei confronti degli arbitri. Non ne farei tuttavia una questione di analisi sociologica, dico solo che il calcio è più frequentato, ha un bacino d’utenza più ampio e purtroppo vedi tutte le sfaccettature delle persone. Sono comunque convinto che le cose miglioreranno, soprattutto se i vertici del calcio proseguiranno sulla strada tracciata con decisioni importanti in un certo senso».

Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 8

Saluto, infine, anche per il presidente della Figc provinciale, Angelo Gardella. «Direi che è stata una stagione difficile e complessa, ma ormai ci siamo abituati perché è tutto il contesto a essere difficile e complesso. C’è stata una grande attenzione a tutte le situazioni e da alcune di queste, che potevano sembrare negative, ne è uscito poi qualcosa di positivo aiutando a relazionarsi con giocatori e società. Rimane perciò una stagione positiva, con una grandissima e piacevole partecipazione di pubblico in particolare nelle finali di Coppa, nei playoff e nelle finali giovanili. C’è stato un risveglio dell’euforia molto positivo e ci riteniamo soddisfatti come Federazione, sono aumentati anche i tesserati e questo è un dato in controtendenza rispetto al dato nazionale. Occorre proseguire su questa strada aiutando e affiancando le società, parliamo di quasi 7mila tesserati per 63 società sul nostro territorio».

Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 13

Nel corso della serata è stato ovviamente premiato l’ospite d’onore, il fischietto Davide Massa, con il premio “Gianpiero Gregori” dopodiché spazio ai premi individuali della sezione piacentina dell’Aia.

Premio miglior arbitro ultimo corso: Federico Scalia.
Premio miglior arbitro settore giovanile: Lorenzo Roncaglia
Premio Graziano Frigatti al miglior arbitro provinciale Lnd: Gianluca Di Martino.
Premio miglior arbitro Calcio a 5: Marco Accettulli
Premio Sergio Tonini al miglior osservatore arbitrale sezionale: Giuseppe Olivieri
Premio miglior assistente regionale: Onofrio Robello
Premio Antonio Lanzoni al miglior arbitro regionale: Leonardo Fermi
Premio del presidente Gresia: Emre Tolu
Premio Beppe Marenghi: Alessandro Mazzeo
Premio Fischietto d’Oro Pino Cassi: Nicola Signaroldi
Consegne pergamene: 60esimo Pierangelo Benzi, 50esimo Loris Calza e Giuseppe Repetti.
Targa ospitalità: a Riccardo Camiciottoli

Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 1

Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 2Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 3Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 4Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 5Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 6Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 7Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 9Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 10Festa Arbitri Aia Piacenza 2023 11

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa grande per l'Aia piacentina con il fischietto Davide Massa. Il presidente Gresia: «Stagione con numeri in crescita per noi». FOTO
SportPiacenza è in caricamento