Questo sito contribuisce all'audience di

“Facciamo squadra uniti contro la droga”: serata benefica voluta dal Pro Piacenza

In campo due formazioni, La Ricerca e le ex glorie del Piacenza Calcio. La serata è stata fortemente voluta dal patron Alberto Burzoni insieme alla figlia Arianna

Foto di gruppo per le due squadre e i promotori (foto facebook propiacenza.it)

“Facciamo squadra uniti contro la droga”. E’ questo il messaggio lanciato nell’amichevole a scopo benefico organizzata dal patron del Pro Piacenza, Alberto Burzoni, venerdì sera al campo Siboni dove si sono sfidate due formazioni, una di ex glorie del Piacenza Calcio a l’altra dal nome La Ricerca. Una bellissima serata con un messaggio forte e importante, la lotta alla droga e alla dipendenza, una serata fortemente voluta dalla figlia del presidente, Arianna Burzoni e resa possibile grazie alla collaborazione di BFT Burzoni, Lega Nazionale Dilettanti, Associazione Italiana Arbitri, la William Bottigelli, Maini Vendig, Pro Loco Vigolzone e Pizza +1. Nella squadra La Ricerca c’erano anche tre profughi da tempo a Piacenza mentre negli ex Piacenza c’erano, tra i tanti, Maccoppi, Lucci, Moretti, Piovani, De Vitis, Po e Rubini. Una serata, comunque in cui ha vinto lo sport in assoluto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento