menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi Modena - Nubi sempre più nere sul club e Taddeo minaccia di andarsene dopo soli sette giorni

Guai, guai e solamente guai. La crisi del Modena - che domenica osserverà il turno di pausa - prosegue e nella giornata di ieri è arrivata un altra botta. Il neo proprietario Aldo Taddeo, in un’intervista rilasciata alla radio TRC - come riporta la Gazzetta di Modena - si è sfogato minacciando di ritirarsi dopo soli 7 giorni: «C’è una diffidenza esagerata nei miei confronti, mi stanno facendo tutti la guerra contro».

La realtà parla poi di un Modena che sta sprofondando sempre giù, lunedì bisogna pagare gli stipendi di luglio e agosto (i canarini sono già a -1 in classifica e se non rispettano la scadenza rischiano di andare a -6/7). «I 330 mila euro ce li avrei ma in situazione di concordato non possiamo rispettare la scadenza» ha detto Taddeo, sembra invece che stipendi “congelati” si possano pagare per la continuità aziendale con l’ok del giudice, rimane di fatto che lunedì molto difficilmente gli stipendi saranno saldati e dunque per il Modena si prospetta un altra forte penalizzazione. Sul club pende infine ancora la situazione dello stadio Braglia, il Comune vuole subito l’affitto arretrato e accordarsi con il Comune per il debito arretrato.
Intanto nella giornata di oggi la Polizia Municipale ha provveduto allo sfratto - come spiega il sito parlandodisport.it - del Modena che si è stabilito al momento dentro gli uffici del Mammut Club.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento