Calcio

Osti: «Il virus ci ha portato via le nostre radici, ma Piacenza è una città che ha sempre sofferto e lottato»

Il direttore sportivo della Sampdoria in un'intervista alla Gazzetta dello sport parla della nostra città, in cui vive da anni: «Lo dice la storia, questa è la Primogenita d'Italia»

«Il virus ci ha portato via le nostre radici e la nostra memoria». Carlo Osti parla alla Gazzetta dello sport e in un’intervista di Filippo Grimaldi racconta della situazione di Piacenza, la sua «città d’adozione». Il direttore sportivo della Sampdoria, 62 anni, dal 2012 è in blucerchiato dopo essere stato dirigente anche dell’Atalanta.

«Da noi – racconta alla Rosea – l’allarme è scattato subito perché siamo a 10 chilometri da Codogno, tanti lodigiani lavorano nel piacentino e viceversa».

Poi arriva una domanda che chiama in causa Giorgio Armani: lo stilista ha definito Piacenza come una città “riservata, silenziosa ma pronta a combattere”. E la risposta di Osti testimonia l’attaccamento al nostro territorio. «Lo dice la storia. Questa è la Primogenita d’Italia, ha sempre sofferto e lottato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osti: «Il virus ci ha portato via le nostre radici, ma Piacenza è una città che ha sempre sofferto e lottato»

SportPiacenza è in caricamento