Sabato, 18 Settembre 2021
Calcio

Vincolo sportivo, contributi, rimborsi, ma in tempo di elezioni nessuno parla di ripresa dell'attività sportiva

I programmi dei candidati alla presidenza della Figc Emilia-Romagna si concentrano su tutto tranne che sull'unico problema attuale: il ritorno in campo. Come intenderà muoversi chi sarà eletto in gennaio?

Il rinvio dei Giochi di Tokio ha avuto ripercussioni anche sulle elezioni delle federazioni sportive, che storicamente seguono il quadriennio olimpico. Qualcuno (ad esempio il basket) si è messo avanti e ha già scelto il presidente e i vertici regionali, altri lo faranno a breve. Con il risultato, purtroppo prevedibile, che in queste settimane i riflettori sono in buona parte puntati sulla campagna dei candidati e non sull’unico reale problema attuale: la ripresa dell’attività sportiva, soprattutto quella giovanile.

Un esempio è l’elezione del presidente della Figc Emilia-Romagna, in programma il prossimo 9 gennaio (candidature aperte fino al 4). Gli aspiranti alla carica di numero uno regionale nei giorni scorsi hanno ufficializzato il proprio programma: si parla di vincolo sportivo, sostenibilità economica, contributi, rimborsi. Tutti spunti interessanti che porterebbero a un’ampia discussione se fossimo in un periodo storico “normale”. Nessuno fa cenno alla ripresa dell’attività, quasi dimenticandosi che se le società non potranno tornare in campo non esisterà niente di tutto quello che propongono.

Alcuni Comitati regionali hanno già definito le date della ripartenza, probabilmente anticipando tempi che invece verranno dettati dal Governo e da quel Comitato Tecnico Scientifico che nei mesi scorsi non ha mai schiacciato sull’acceleratore quando si parlava di scendere nuovamente in campo. Indipendentemente da quando si registrerà il calcio d'inizio, ottenere qualche indicazione avrebbe almeno dato l’idea di come ci si potrebbe muovere in Emilia-Romagna nei prossimi mesi.

Ad esempio, si riprenderà con il calendario già previsto oppure, come deciso da altre discipline, si modificherà il cammino cercando all’inizio di ridurre al minimo le trasferte facendo giocare le squadre territorialmente più vicine?

Si punterà a disputare andata e ritorno, tenendo invariati i format, oppure si proporrà di concentrarsi esclusivamente sul ritorno ed eventuali play off?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincolo sportivo, contributi, rimborsi, ma in tempo di elezioni nessuno parla di ripresa dell'attività sportiva

SportPiacenza è in caricamento