Questo sito contribuisce all'audience di

Calcio - Il Torneo Libertas cambia look e apre ai giovani

Soffia su 44 candeline il Torneo Libertas e lo fa puntando a un’edizione ricca di novità. «Abbiamo deciso di cambiarci l’abito» annunciano gli organizzatori. Praticamente rimangono invariate solo la location, lo storico campo Calamari, e il...

Un momento della presentazione del Torneo Libertas. Da sinistra: Giorgio Lambri, Manuel Botti, Paolo Confalonieri, Luigi Pelò e Domenico Gresia
Soffia su 44 candeline il Torneo Libertas e lo fa puntando a un’edizione ricca di novità. «Abbiamo deciso di cambiarci l’abito» annunciano gli organizzatori. Praticamente rimangono invariate solo la location, lo storico campo Calamari, e il tradizionale contorno gastronomico, per il resto la manifestazione calcistica più attesa da tutti gli appassionati sarà completamente rinnovata. Innanzitutto si punterà su una comunicazione giovane che avrà internet e i social media come punto nevralgico, l’immancabile pagina facebook ma anche le riprese video di tutte le serate, con due telecamere fisse e una mobile a immortalare ogni azione. Non è finita, sono previste pure le interviste pre e post partita e l’elezione del “man of the match”, puntando a creare un contesto simile al calcio che si vede in televisione ogni settimana. Si parte il 7 giugno con due gare a serata, una alle 21.15 e l’altra alle 22.15, mentre la finale è fissata il 4 luglio, giorno di Sant’Antonino.

TORNEO GIOVANILE DELLE VALLATE
In avanspettacolo gli organizzatori, rappresentati da Paolo Confalonieri (presidente della Libertaspes), Manuel Botti e Giorgio Lambri, hanno pensato di dare spazio anche alla prima edizione del Torneo delle Vallate riservato alla categoria Esordienti, per i calciatori nati negli anni 2003 e 2004. I più giovani scenderanno in campo dal 20 al 30 giugno giocando alle 19.30 e alle 20.15. Sul campo già predisposto per i più grandi si sfideranno sei squadre espressione delle vallate piacentine: una formazione della Val Tidone, una della Val Trebbia, una della Val Nure e due di Piacenza. L’appello della Figc, rappresentata dal presidente Luigi Pelò, è rivolto alle società, nella speranza che segnalino i giocatori più promettenti da inserire nelle rispettive Selezioni.

CLIMA NUOVO
Vestito nuovo per il Libertas, ma nelle intenzioni degli ideatori dovrà cambiare anche la sostanza. Stop a tensioni eccessive che troppo spesso avevano i direttori di gara come sfogo principale. «Il torneo deve tornare a essere una festa» spiegano in coro gli organizzatori. Così nel giorno della presentazione al tavolo è presente anche il presidente degli arbitri di Piacenza, Domenico Gresia: «Dopo quanto successo l’anno scorso avevo deciso di non inviare più i miei ragazzi al Calamari. Invece ho visto che il clima è totalmente cambiato e sono felice di tornare sui miei passi».
L’estate calcistica degli appassionati può iniziare: appuntamento dal 7 giugno per sport, gastronomia e anche per le immancabili sessioni di mercato che si sviluppano sulle tribune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento