menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Gilardino con la maglia del Piacenza

Alberto Gilardino con la maglia del Piacenza

Alberto Gilardino dice basta con il calcio. Il giocatore proverà la carriera da allenatore

Sbocciato a Piacenza, con la maglia biancorossa esordì in Serie A nel 2000 contro il Milan, dopo essere cresciuto im via Gorra tra Allievi e Primavera. Nel 2006 è salito sul tetto del mondo con l'Italia, nel 2007 ha alzato la Champions League con i rossoneri

Il campione del Mondo 2006 e campione d’Europa 2007 con il Milan, Alberto Gilardino, ha detto basta. Il giocatore, secondo quanto riportato dai principali media italiani, ha deciso di appendere le scarpette al chiodo e tentare la strada dell’allenatore, lui stesso aveva confermato di voler intraprendere la via di Coverciano per diventare tecnico.

L’attaccante di Biella, classe 1982, ha chiuso dunque con il calcio giocato dopo l’ultima stagione allo Spezia, una carriera costellata di soddisfazioni e vittorie iniziata proprio con la maglia del Piacenza Calcio nel lontano 1997 quando arrivò in via Gorra nel settore giovanile. Con i biancorossi disputà la sua prima annata tra i professionisti, quella 99-2000, quando il tecnico Simoni lo fece esordire in Serie A, 17enne, in un Piacenza-Milan del 6 gennaio 2000. Al termine di quella stagione, con il Piacenza retrocesso in Serie B, passò al Verona per 7.5 miliardi di lire e da lì spiccò il volo.
La consacrazione a Parma (96 presenze e 50 gol) prima di passare al Milan con cui vinse la Champions League nel 2007, l’anno dopo aver vinto il Mondiale con l’Italia in Germania. Ultimamente era stato accostato al Piacenza per un suo possibile ritorno, notizia smentita dalla società - «non abbiamo mai cercato Gilardino» - ed era anche stato accostato al Pro Piacenza che, evidentemente, non ha convinto il giocatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento