Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Calcio

Addio all'arbitro Gianpiero Gregori, fu assistente nell'addio al calcio di Baggio. «Una persona di una umanità e un altruismo incredibile»

E' stato guardalinee nella massima serie e anche in partite internazionali negli anni 2000, oltre a ricoprire importanti incarichi dirigenziali. Domenico Gresia: «Era un punto di riferimento per tutti»

Addio a Gianpiero Gregori, storico arbitro piacentino che ha diretto fino alla Serie C al termine degli anni ’90 per poi diventare assistente nella massima serie e anche in gare internazionali negli anni 2000. Era lui uno dei guardalinee nella partita d’addio al calcio di Roberto Baggio giocata dal Brescia contro il Milan il 16 maggio 2004 a San Siro. Lasciato il campo ha avuto una carriera che lo ha portato a ricoprire gli incarichi di Vice Commissario Can C, Can D, Cai oltre che Presidente del Cra Emilia-Romagna.

Appena in città si è sparsa la voce della sua scomparsa si sono susseguiti i saluti sui social di tanti suoi “colleghi”, arbitri giovani e meno giovani che hanno seguito i suoi insegnamenti sia sul campo sia fuori dal campo. Perché Gregori oltre alle indiscusse qualità tecniche era apprezzatissimo anche a livello umano, come spiega un commosso Domenico Gresia, attuale presidente dell’Aia di Piacenza, succeduto al vertice dell’associazione proprio a Gregori.

«Piangiamo una persona di una umanità e di un altruismo incredibile, sempre pronto a dare una mano agli altri e ad aiutare anche chi non conosceva». Fatica a trattenere le lacrime Gresia nel saluto a un suo grande amico. «Ha fatto tanto per la nostra sezione, era un punto di riferimento per tutti noi. Ci eravamo sentiti pochi giorni fa, ancora non credo che da oggi non sia più insieme a noi».

La nota dell’Aia nazionale

L'Associazione Italiana Arbitri è in lutto per la scomparsa di Giampiero Gregori.
Appartenente alla Sezione di Piacenza, Gregori è stato assistente arbitrale in CAN A e B e una volta lasciato il campo ha avuto una lunga carriera dirigenziale che lo ha portato a ricoprire gli incarichi di Vice Commissario CAN C, CAN D, CAI e Presidente del CRA Emilia-Romagna.
Il Presidente dell'AIA Alfredo Trentalange e il Vice Duccio Baglioni, insieme ai componenti del Comitato Nazionale, al Responsabile del Settore Tecnico Arbitrale Matteo Trefoloni, ai Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali, esprimono alla sua famiglia e ai colleghi della Sezione di Piacenza profondo cordoglio a nome di tutti gli arbitri italiani.

Il cordoglio del Coni piacentino

L’improvvisa e prematura scomparsa di Gianpiero Gregori lascia un grande vuoto non solo negli ambienti locali, regionali e nazionali dell’Aia, ma anche nel mondo sportivo biancorosso di cui è stato, per tanti anni, un importante protagonista. Arbitro e dirigente dotato di grande competenza, professionalità e passione, Gianpiero ha saputo farsi apprezzare negli ambienti calcistici e sportivi anche per la sua innata disponibilità, per la sua umanità, per la sua intraprendenza e per il contagioso entusiasmo. Qualità che gli erano state riconosciute anche dal Coni Point Piacenza con l’assegnazione, nel 2013, del Premio “Ufficiali di gara”. A nome di tutto il mondo sportivo piacentino che ho l’onore di rappresentare, esprimo ai famigliari di Gianpiero Gregori i sensi del più profondo cordoglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio all'arbitro Gianpiero Gregori, fu assistente nell'addio al calcio di Baggio. «Una persona di una umanità e un altruismo incredibile»

SportPiacenza è in caricamento